fbpx

Bolzano, la Squadra Mobile arresta uno spacciatore: si tratta di un trentunenne italiano che si riforniva via posta

Personale della Squadra Mobile della Questura di Bolzano ha proceduto all’arresto in flagranza di reato, per violazione dell’art. 73 del D. P. R. 309/90, di un cittadino italiano di 31 anni.

Bolzano, la Squadra Mobile arresta uno spacciatore: si tratta di un trentunenne italiano che si riforniva via posta.

I poliziotti, a seguito di segnalazione di un pacco sospetto presso il C.P.O. delle Poste, verificato il contenuto su autorizzazione dell’Autorità Giudiziaria, sequestravano sostanza stupefacente di tipo hashish per il peso complessivo di 1,8 chilogrammi.

La successiva attività permetteva di rintracciare il destinatario della spedizione presso la propria abitazione, dove si procedeva a perquisizione locale e personale.

La perquisizione consentiva il rinvenimento ed il sequestro, all’interno dell’appartamento e di un box auto nella disponibilità dell’uomo, di ulteriore sostanza stupefacente di tipo marijuana, per un peso complessivo di circa 3,65 chilogrammi, di bilancini di precisione nonché di materiale per il confezionamento.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Al termine delle incombenze di rito, il cittadino italiano veniva tratto in arresto e, come disposto dal P.M. di turno presso la Procura della Repubblica di Bolzano, tradotto presso la locale Casa Circondariale.

Si sottolinea che sussiste la presunzione di innocenza della persona sottoposta ad indagini o imputata sino a quando la colpevolezza non è stata accertata con sentenza o decreto penale di condanna irrevocabile.

Bolzano, la Squadra Mobile arresta uno spacciatore: si tratta di un trentunenne italiano che si riforniva via posta

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×