Bergamo, la Questura nelle ultime settimane: 10 Fogli di Via, 1 richiesta di Sorveglianza Speciale, 2 Daspo “Willy”, 3 ammonimenti per violenza domestica e 1 ammonimento per stalking

Bergamo, l’attività istruttoria della Divisione Anticrimine della Questura di Bergamo, grazie al costante e tempestivo raccordo informativo con gli equipaggi delle Volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale della Polizia di Stato presenti in città e le richieste dei competenti Comandi dell’Arma dei Carabinieri, ha consentito nelle ultime settimane l’adozione di numerose Misure di Prevenzione.

Da inizio giugno, il Questore della Provincia di Bergamo, Maurizio AURIEMMA, ha infatti firmato n. 8 Avvisi Orali, n. 10 Fogli di Via Obbligatorio e Divieto di Ritorno dal capoluogo orobico e da altri comuni dell’hinterland, n. 1 richiesta di Sorveglianza Speciale, n. 2 Daspo “Willy” con divieto di ingresso presso locali pubblici della Provincia per la durata di due anni, n. 3 Ammonimenti per violenza domestica e n. 1 Ammonimento per atti persecutori con avvio degli interessati al percorso di sostegno psicologico presso l’Associazione la Svolta di Bergamo ed il “Centro Italiano per la Promozione della Mediazione” di Torre Boldone.

Tra i soggetti destinatari di Foglio di Via, che non potranno tornare a Bergamo per tre anni, si segnalano:

  • un cittadino somalo con precedenti di Polizia, regolare sul territorio nazionale e residente Osio Sotto (BG), arrestato dalle Volanti lo scorso 5 giugno grazie all’intensificazione dei servizi di prevenzione e controllo nell’area della Stazione ferroviaria. Il ragazzo si è reso responsabile di una tentata rapina avvenuta in P.le Marconi in danno di un connazionale, ferito alla gola con un coltello di circa 20 cm, arma trovata in possesso dell’aggressore dalla “pantera” della Polizia prontamente intervenuta sul posto, bloccando l’aggressore, grazie alla tempestiva segnalazione di altri operatori della Questura che presidiavano la zona. L’arrestato, attualmente ristretto nella Casa Circondariale di Bergamo, pochi giorni prima si era reso protagonista di una violenta rissa sempre in zona Stazione ed era stato arrestato da un equipaggio dell’Arma dei Carabinieri.

 

  • Un cittadino senegalese residente ad Azzano San Paolo (BG) che l’11 giugno scorso, nei pressi di Via Quadrenghi, aveva tentato di aggredire un cittadino nigeriano, rincorrendolo sotto la minaccia di un coltello, ma venendo prontamente fermato e reso inoffensivo dagli Agenti della Questura posti a presidio della Stazione ferroviaria.

LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...