Bari, via al polo socio-sanitario per cittadini vulnerabili

Inaugurato il primo polo socio-sanitario per cittadini vulnerabili e in povertà estrema

Bari, via al polo socio-sanitario per cittadini vulnerabili.

È stato inaugurato questa mattina, in via Re David 76, il primo Polo socio-sanitario di prossimità finanziato dall’assessorato al Welfare nell’ambito dell’avviso pubblico “Azioni di contrasto alla grave marginalità adulta” e gestito in rete dalle associazioni “Psicologi per i Popoli Bari e BAT” e “Medici con l’Africa CUAMM Bari”.

Si tratta di un servizio gratuito e ideato per migliorare le condizioni sanitarie delle fasce più fragili e vulnerabili della cittadinanza attraverso interventi di informazione ed educazione sanitaria, iniziative di prevenzione e promozione della salute, screening e attività diagnostica e trattamentale di base, realizzata attraverso l’impiego di strumentazioni specialistiche e la fornitura di farmaci da banco grazie alla collaborazione con l’Emporio della Salute e farmaceutico dell’assessorato al Welfare.

All’inaugurazione sono intervenuti l’assessora al Welfare Francesca Bottalico, il presidente di Medici con l’Africa CUAMM Bari Renato Laforgia, il referente per gli Psicologi per i Popoli Bari e BAT Marcello Signorile e la direttrice del settore Osservatorio per l’inclusione sociale e il contrasto alla povertà dell’assessorato al Welfare Cristina Di Pierro, nonché Francesca Scorpiniti, direttrice Asl – Centro Salute Mentale, e Alfredo Sagaramella, referente del dipartimento Salute mentale.

Bari, via al polo socio-sanitario per cittadini vulnerabili

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...