Attacco russo in Ucraina, Draghi: “È ingiustificato e ingiustificabile”

Dopo l'annuncio di Putin, le truppe russe hanno superato il confine ucraino

Le truppe militari russe hanno attaccato diverse obiettivi in Ucraina nelle prime ore di questa mattina. L’azione era stata annunciata poco prima del Presidente russo Vladimir Putin, il quale ha anche chiesto all’esercito rivale di arrendersi, ma ha dichiarato di non avere intenzione di occupare l’Ucraina.

Il Presidente del Consiglio italiano, Mario Draghi, ha affidato una nota alle agenzie di stampa in cui fa sapere che “il Governo italiano condanna l’attacco della Russia all’Ucraina. È ingiustificato e ingiustificabile”.

“L’Italia è vicina al popolo e alle istituzioni ucraine” – continua Draghi – “in questo momento drammatico.  Siamo al lavoro con gli alleati europei e della NATO per rispondere immediatamente, con unità e determinazione”.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...