fbpx

Denunciate a Grazzanise due persone intente alla caccia di frodo. Utilizzavano richiami acustici elettromagnetici

Intervenuti i Carabinieri Forestale di San Gregorio Matese.

Denunciate a Grazzanise due persone intente alla caccia di frodo. Utilizzavano richiami acustici elettromagnetici.

Caserta, i militari della Stazione Carabinieri Forestale di San Gregorio Matese (CE), di turno emergenza ambientale 1515, a seguito di richiesta intervento pervenuta dalla Centrale Operativa 112 di Santa Maria Capua Vetere (CE), per lo svolgimento di attività venatoria da parte di due persone con l’utilizzo di richiami elettroacustici vietati in comune di Grazzanise (CE) alla località “Borgo Appio”.

I predetti militari si sono portati presso la locale Stazione Carabinieri di Grazzanise (CE), laddove, in collaborazione con il personale L.I.P.U. del Nucleo Territoriale della provincia di Caserta, personale medico veterinario dell’ASL di Caserta, hanno proceduto al sequestro giudiziario dei fucili semiautomatici calibro 12 e relativo munizionamento in possesso dei contravventori, nonché di: 9 carcasse di alzavole abbattute, 2 richiami elettroacustici, 3 altoparlanti, 1 telecomando e  2 batterie, deferendo gli stessi, in stato di libertà, per il reato di esercizio della caccia con l’ausilio di richiami vietati, come previsto dalla normativa nazionale per la protezione della fauna selvatica omeoterma e per il prelievo venatorio.
Richiami acustici a funzionamento elettromagnetico che sono vietati proprio per la loro elevata capacità di ingannare l’avifauna in quanto diffondono il verso dei loro consimili a notevole distanza inducendoli ad avvicinarsi nei pressi della sorgente sonora dove vengono abbattuti con facilità.

 

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

carabinieri

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×