fbpx

Quanto spende per l’affitto uno studente fuori sede?

Quanto spende per l’affitto uno studente fuori sede?

Negli ultimi anni, l’aumento dei prezzi degli affitti in Italia ha reso difficile la vita degli studenti fuori sede che cercano una sistemazione economica. Molti giovani si trovano costretti a cercare case più piccole o condividere gli spazi con altri studenti, per cercare di risparmiare denaro: una soluzione che da sola non può essere sufficiente a fronteggiare i costi sempre più alti.

Inoltre, la condivisione (ormai inevitabile) degli spazi porta spesso con sé una domanda che nelle settimane precedenti al trasferimento attanaglia lo studente fuori sede: cosa portare con sé nel nuovo appartamento?

Vivere in uno spazio molto ridotto o in condivisione con altre persone porta inesorabilmente a fare i conti con la mancanza di spazio sufficiente per sistemare tutti gli oggetti, a partire dagli articoli sportivi più voluminosi per arrivare, per esempio, alla bicicletta (vero e proprio mezzo di trasporto must have per ogni studente fuori sede).

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

In questi casi il self storage potrebbe rappresentare una soluzione interessante dove riporre i propri oggetti più ingombranti, permettendo di fatto allo studente di non rinunciare ai propri comfort risparmiando spazio e, di conseguenza, anche soldi.

Inoltre, bisogna tenere in considerazione anche l’alto livello di mobilità degli studenti fuori sede, che spesso si trovano a cambiare appartamento o stanza anche di anno in anno in seguito a necessità proprie o dell’affittuario. Un altro vantaggio del self storage, quindi, è costituito dalla possibilità di evitare faticosi ad ogni cambio casa, pur tenendo tutti i propri oggetti in un magazzino sempre a portata di mano.

Ma prima di osservare più da vicino gli altri vantaggi di questa soluzione, andiamo a analizzare nel concreto alcuni esempi sui costi degli affitti nelle principali città italiane.

Il caro affitti nelle principali città italiane

Milano è una delle città italiane più costose in termini di affitti. Un monolocale può costare tra i 500 e i 900 euro al mese, mentre un bilocale può arrivare anche a superare i 1.000 euro al mese. Il quartiere più caro di Milano è il centro storico, dove il costo degli affitti può superare i 1.500 euro al mese.

Roma è un’altra città dove gli affitti sono molto alti. Un monolocale può costare tra i 400 e i 900 euro al mese, mentre un bilocale può arrivare anche a superare i 1.000 euro al mese. Anche qui, il quartiere più costoso è il centro storico, dove gli affitti possono superare i 1.200 euro al mese.

Anche Napoli non è da meno, con un costo degli affitti che varia tra i 300 e i 700 euro al mese per un monolocale, mentre un bilocale può costare fino a 1.000 euro al mese. Il quartiere più costoso è Chiaia, dove gli affitti possono superare i 1.200 euro al mese.

Firenze è un’altra città italiana dove gli affitti sono molto alti, con un costo che varia tra i 400 e i 800 euro al mese per un monolocale e fino a 1.200 euro al mese per un bilocale. Il quartiere più costoso è il centro storico, dove gli affitti possono superare i 1.500 euro al mese.

Il caro affitti in Italia rappresenta in definitiva una grande difficoltà per gli studenti fuori sede, che spesso devono cercare soluzioni alternative come la condivisione dell’alloggio o la ricerca di stanze in periferia. Tuttavia, tramite soluzioni come il self storage è possibile archiviare i propri oggetti presso un magazzino temporaneo, guadagnando così la possibilità di affittare un appartamento più piccolo e risparmiando di conseguenza sull’affitto.

Self Storage: cos’è e perché è un ottimo alleato per gli studenti fuori sede

Il self storage è un servizio che consente di affittare un box o un magazzino per riporre i propri oggetti in modo sicuro. Questi spazi sono accessibili solo al proprietario e sono controllati da telecamere di sicurezza e allarmi. Inoltre, i box possono essere affittati in diverse dimensioni, a seconda delle esigenze del cliente.

Come dicevamo, uno dei vantaggi principali del self storage per gli studenti fuori sede è che consente di affittare case più piccole e quindi meno costose. In questo modo, si possono risparmiare centinaia di euro ogni mese, a fronte di una spesa per l’archiviazione molto flessibile: se un anno si hanno molti oggetti da conservare, si può affittare un box più grande, mentre in un altro anno, se si ha bisogno di meno spazio, si può optare per un box più piccolo.

Il self storage può essere una soluzione pratica anche per gli studenti che devono cambiare casa ogni anno. Spesso, infatti, si deve cercare una nuova sistemazione ogni anno accademico, il che significa dover trasportare tutti gli oggetti da un posto all’altro. Con il self storage, invece, si può lasciare la maggior parte degli oggetti nel box e portare solo l’essenziale nella nuova casa.

Infine, il self storage può essere molto utile anche per gli studenti che vogliono conservare alcuni oggetti di valore o che non usano spesso, senza vedersi costretti a doverli rivendere nei mercatini di seconda mano.

In ogni caso, se si decide di optare per il self storage, è importante scegliere una struttura di qualità e sicura. Tale struttura dovrebbe essere dotata di telecamere di sicurezza e allarmi attivi 24 ore su 24, con il personale presente in loco durante le ore di apertura. Inoltre, il personale dovrebbe offrire i giusti consigli per scegliere un box di dimensioni adeguate alle proprie esigenze.

Casaforte, il self storage perfetto per gli studenti fuori sede

Con gli Hotel delle Cose, Casaforte offre un servizio di self storage completo e a 360 gradi capace di venire incontro a tutte le esigenze degli studenti fuori sede.
Il sistema di videosorveglianza con allarme è attivo h24, garantendo così i migliori standard di sicurezza. Inoltre l’accesso totalmente autonomo anche fuori dagli orari di apertura dell’ufficio tramite il codice personale, garantisce la massima flessibilità di utilizzo del proprio spazio.

Inoltre il personale sempre a disposizione offre ai clienti la propria competenza per disporre al meglio tutti gli oggetti, evitando quindi il noleggio di spazi eccessivamente ampi.

Gli Hotel delle Cose sono distribuiti presso le maggiori città italiane, rendendo davvero facile lo spostamento necessario per raggiungerli, anche tramite i mezzi pubblici.

Infine, Casaforte dispone di box di tutte le dimensioni, dai più piccoli – adatti a contenere anche solo un paio di scatole, ai più grandi in grado di contenere l’intero mobilio di una casa: un aspetto importante che permette di individuare immediatamente uno spazio perfetto per le proprie esigenze.

Quanto spende per l’affitto uno studente fuori sede?

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×