Bologna, agevolazioni per le associazioni con sede in immobili comunali

Il Comune in aiuto della cittadinanza attiva contro la crisi aperta dal Coronavirus

Bologna, L’Amministrazione fa sapere che “ha approvato alcune misure a sostegno delle associazioni e dei soggetti senza scopo di lucro con sede in immobili di proprietà comunale per svolgere la propria attività che però è ferma da tempo a causa della lunga durata della pandemia.”
La Giunta, guidata dal Sindaco Vincenzo Merola, ha voluto “individuare forme di sostegno di queste associazioni che fanno della partecipazione, della cittadinanza attiva e della promozione culturale e turistica il proprio elemento identitario e che per questo sono tra i soggetti più danneggiati dagli effetti dell’emergenza sanitaria.”

Le agevolazioni, che verranno applicate senza richiesta dei concessionari sono “uno sconto, quantificabile in 6 mesi, sull’importo per le utenze relative al 2020 pari ai periodi di chiusura parziale o totale; uno sconto sull’importo per le utenze del 2021 che verrà definito in base alle limitazioni di attività.” Inoltre “le associazioni titolari dei requisiti richiesti possono accedere a:
un piano rateale esteso a 120 mesi per coloro che al 9 marzo 2020 risultavano debitori di somme superiori a 6 mila euro; uno sconto di 6 mesi di canoni o indennità di occupazione per il 2021.”


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...