fbpx
CAMBIA LINGUA

Padova: arriva la mostra “Fragile” di Francesca Lorenzi e Laura Marcolini.

Aperta al pubblico dal 24 marzo la mostra Fragile, di Francesca Lorenzi e Laura Marcolini. L'inaugurazione si terrà sabato 25 marzo, alle ore 18.30, nelle Scuderie di Palazzo Moroni, in via del Municipio 1, a Padova.

Padova: arriva la mostra “Fragile” di Francesca Lorenzi e Laura Marcolini.

La mostra è promossa dall’Associazione culturale Miles, di cui è presidente Gabriella Piccolo e realizzata in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura.
Sarà visitabile, a ingresso libero, fino al 23 aprile 2023, dal martedì alla domenica, con orario: 09:30-12:30/16:00-19:00; chiuso il lunedì non festivo.

La parola “fragile” è sinonimo di debolezza, indecisione, condiscendenza e, altresì, sembra connotare il complesso periodo storico e politico che stiamo attraversando: un tempo che pare non poterci offrire certezze e che è riuscito a stravolgere tutti i nostri progetti, lasciandoci insicuri e dubbiosi, privi di riferimenti e soprattutto di sogni. A questo attuale contesto si oppongono le due artiste e lo fanno mostrando al pubblico le loro opere, frutto di lunghi periodi di impegno e ricerca, che confermano la possibilità di vivere la vita con quella leggerezza che Italo Calvino, nel volume Lezioni Americane (1988), celebrava e voleva non fosse confusa con la superficialità.

Francesca e Laura mirano a condurre l’osservatore verso un percorso artistico nel quale la forza e la debolezza della parola fragile si fondono, si confrontano, si scontrano, divulgando, con le loro immagini solo apparentemente fragili, sicurezza e determinazione: “Butta via il dolore, la pesantezza … cerca d’inventare la tua leggerezza. E volerai”, cantava Giorgio Gaber nel 1974.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Seguendo questo pensiero la fotografa Francesca Lorenzi narra le sue storie, riuscendo con enfasi, in ogni istantanea, a legare energia e fragilità, mostrando immagini che comunicano messaggi contraddittori, ma complementari, costruite sulla ricerca di dettagli determinanti per una silente comprensione. Lei stessa, infatti, dichiara: “La fragilità nei miei scatti non è quella tipica descritta dalla cultura occidentale, che sottolinea la debolezza, la precarietà, l’instabilità, ma è soprattutto l’importanza, la delicatezza, la meraviglia e la bellezza da maneggiare con cura, sia che si tratti di noi stessi che di quei luoghi che hanno ospitato la nostra Storia”.

Padova: arriva la mostra "Fragile" di Francesca Lorenzi e Laura Marcolini.

Laura Marcolini, scultrice, per trasmettere i propri pensieri sulla fragilità umana, si appropria delle sagome di persone ordinarie che traduce con ricercata peculiarità. Le sue composizioni si articolano in un equilibrio perfetto tra la pesantezza e la leggerezza di un’esistenza in continuo mutamento, intessute di celate e inconfessate contraddizioni. I volti assenti, immersi nelle riflessioni più profonde, come mostrano gli occhi sempre chiusi o socchiusi, custodiscono gelosamente la loro vita mostrando l’anima e il corpo come due entità distinte e inconciliabili, nelle quali potenza e debolezza si avvicendano, unendosi e contrapponendosi. I personaggi tradotti da Laura ostentano i propri limiti, raccontandoci storie appassionate, trascritte con distintiva capacità di sintesi, che inducono a riflettere sulla fragilità dei legami e sulla leggerezza dei rapporti quotidiani.

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×