Bari, l’artista francese C215 al lavoro per un ritratto di San Nicola su una palazzina in via Cozzoli

L'opera si colloca nel quartiere museale San Paolo

Bari, nell’ambito di QM San Paolo – Quartiere Museale San Paolo, il progetto artistico realizzato dalla fondazione Mecenate 90 con il coinvolgimento di artisti del panorama locale, nazionale e internazionale, da questa mattina il noto artista francese C215 è al lavoro sulla facciata di una palazzina di proprietà di ARCA Puglia in via Cozzoli 2. Si tratta della decima opera murale prevista dal progetto, la cui realizzazione, in programma lo scorso 24 ottobre, è slittata per problemi logistici. C215, all’anagrafe Christian Guemy, è impegnato in queste ore nell’esecuzione di un grande ritratto di San Nicola.

 

Si ricorda che il progetto di museoformazione urbana del San Paolo, basato sugli esiti dello studio condotto dai ricercatori di Mecenate 90 coordinati dalla professoressa Mariella Pacifico, è sostenuto dal Comune di Bari e dalla Regione Puglia con l’intento di avviare un percorso di rigenerazione attraverso l’arte urbana intesa come strumento di bellezza in grado di migliorare il contesto fisico e sociale stimolando un maggior senso di appartenenza della comunità.

 

L’opera di C215: SAN NICOLA (2021, spray su intonaco, 10x14mt)

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

San Nicola attraverso lo schema cognitivo di C215, considerato a ragione un maestro nella ritrattistica su formati urbani. Cresciuto tra codici street e modelli tecnologici, l’artista francese porta la pittura in un mondo ibrido tra percezione ottica e schemi rinascimentali. Le sue sintesi figurative colgono le vertigini comunicative della cultura su larga scala, mostrando un substrato persistente che rende i suoi volti una metafisica iconica del continuo presente. Qui a Bari prende in mano il Santo con un rispetto da pittore umbro del Quattrocento, cogliendo l’umanità dello sguardo, la natura amorevole ma anche determinata di chi protegge e guida le genti. Il suo San Nicola fonde il futuro figurativo nelle radici italiche di un’alchimia che bacia gli sguardi.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...