Verona, si alza il sipario sul teatro nei quartieri e nelle periferie: programmati numerosi spettacoli di ogni genere

Si passerà dalla commedia dell’arte a quella brillante contemporanea, dal cabaret ai monologhi, dal teatro canzone a quello dialettale

Verona, si alza il sipario sul teatro nei quartieri e nelle periferie: programmati numerosi spettacoli di ogni genere.

Si alzi il sipario! Dopo due anni ritorna la rassegna “Il Teatro nei Quartieri”, promossa dall’Assessorato al Decentramento e organizzata da Modus Teatro, con una doppia programmazione che si articolerà in primavera e in autunno. In scena le migliori compagnie teatrali di provincia e regione.

Il teatro dunque ritorna in mezzo alla gente, nei quartieri e nelle periferie, con un programma che comprende tutti i generi, dalla commedia dell’arte a quella brillante contemporanea, dal cabaret ai monologhi, dal teatro canzone a quello dialettale. Sul palco il divertimento andrà a braccetto con la solidarietà, non mancheranno infatti i momenti dedicati alle tematiche sociali e alle associazioni veronesi presenti sul territorio.

Come di consueto tutti gli spettacoli della rassegna saranno gratuiti sino ad esaurimento dei posti disponibili, che si dovranno prenotare sul sito www.ilteatroneiquartieri.it a partire da sette giorni la data di ogni evento. Sul sito del Comune saranno disponibili gli aggiornamenti in tempo reale, così come tramite newsletter settimanale via e-mail, whatsapp o telegram. Per informazioni è possibile chiamare il 340 5926978 o scrivere una email a [email protected]

Rassegna di primavera. Il primo appuntamento sarà sabato 9 aprile alle 21 al Teatro Gresner, in zona San Bernardino, con il Teatro Tascabile di Bergamo che proporrà lo spettacolo clownesco “Messieur, che figura!”. Venerdì 29 aprile, al Teatro Aurora di Borgo Venezia, sarà in scena l’Estravagario Teatro diretto da Alberto Bronzato con “Uomini sull’orlo di una crisi di nervi”, irresistibile commedia su una tranquilla riunione tra amici che si trasforma in una seduta collettiva in cui lamentarsi delle perenni crisi con il gentil sesso. Terzo appuntamento sabato 7 maggio al Teatro Nuovo di San Michele Extra, con lo spettacolo di commedia dell’arte “Quel fremito d’amor”, l’ultima creazione dei veneziani del Teatro dei Pazzi, caratterizzata da un ritmo sempre incalzante e giocoso in uno scambio di ruoli. Venerdi 27 maggio si chiude la prima parte della rassegna al Teatro Santa Teresa di Tombetta, l’ultimo spettacolo di Modus / Orti Erranti “Frida. Una bomba avvolta in nastri di seta”, con in scena Laura Murari per la regia di Andrea Castelletti, uno spettacolo emozionante e vibrante che racconta Frida Kahlo.

L’iniziativa riprenderà ad ottobre e proseguirà fino a dicembre con nuovi spettacoli nei quartieri cittadini.

A presentare la rassegna sono intervenuti questa mattina in sala Arazzi l’assessore al Decentramento Marco Padovani e il direttore artistico di Modus Andrea Castelletti.

“E’ un appuntamento al quale tengo particolarmente – ha detto l’assessore Padovani -. Per l’Amministrazione è una grande soddisfazione poter riprendere un percorso che abbiamo dovuto interrompere a causa della pandemia. C’è un bisogno diffuso di trascorrere piacevoli momenti insieme, tanto più se sono legati a opportunità di svago e cultura. Questa rassegna esaudisce entrambe le esigenze”.

“Ringrazio l’Amministrazione che sostiene questa rassegna tanto sentita dai cittadini – ha affermato il direttore artistico Castelletti -. Tante sono le tipologie di teatro proposte, su tematiche attuali e importanti, che andranno a soddisfare tutti i gusti. Lasciamo da parte gli strumenti digitali e torniamo ad incontrarci a teatro, sempre in sicurezza”.

 

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...