Verona, le maschere d’Italia al venerdì gnocolar. Al via il 492esimo carnevale di Verona

L’Italia intera è pronta a sfilare al Carnevale veronese. Le maschere tradizionali di Torino, Genova, Vercelli, così come Napoli e Catanzaro, e persino di Misterbianco in provincia di Catania, accompagneranno il 492° Papà del Gnoco durante il corteo del Venerdì gnocolar

Verona, le maschere d’Italia al venerdì gnocolar. Al via il 492esimo carnevale di Verona.

L’Italia intera, da nord a sud, è pronta a sfilare al Carnevale veronese. Le maschere tradizionali di Torino, Genova, Vercelli, così come Napoli e Catanzaro, e persino di Misterbianco in provincia di Catania, accompagneranno il 492° Papà del Gnoco durante il corteo del Venerdì gnocolar.

Dopo due anni, torna il Bacanal nella sua veste tradizionale. E gli animi scalpitano in vista della giornata clou, quella di domani.

La partenza sarà alle ore 14, da corso Porta Nuova. Prima le maschere tradizionali italiane, assieme al Sire e alla sua corte, poi quelle veronesi e, infine, i carri. In mezzo bande e majorette. Saranno 104 i gruppi che sfileranno passando sotto l’orologio della Bra, lungo il percorso ridotto di 3,6 chilometri, che proseguirà verso piazza Bra lato Gran Guardia, per passare poi davanti alla scalinata del Municipio, all’Arena e al Liston. Il Corteo continuerà il suo percorso in via Roma, Corso Castelvecchio, Largo Don Bosco, Regaste San Zeno, piazzetta Portichetti, via San Giuseppe, piazza Corrubio, piazza Pozza. La sfilata si concluderà in piazza San Zeno.

Ad accompagnare il corteo i presentatori Simonetta Chesini e Mauro Micheloni, assieme al ‘Balena’, Gianni Carli che da 35 anni è la voce storica del Bacanal.
Le maschere scaligere già dalla prima mattinata saranno in città per i saluti in Prefettura, in Provincia e poi in Comune, dove il sindaco, per qualche ora, cederà al Papà del Gnoco la ‘poltrona’ di primo cittadino.

Visto il rischio di assembramenti sarà obbligatorio indossare la mascherina lungo tutto il percorso dei carri. E, laddove possibile, si consiglia di mantenere la distanza interpersonale. Per evitare danni e pericoli, soprattutto per i più piccoli, è vietato utilizzare prodotti schiumogeni di ogni tipologia. Così come uova, farina e tutto ciò che possa imbrattare la città e molestare i presenti. Consentito, invece, l’utilizzo di coriandoli e stelle filanti, anche spray.

Le vie interessate dal corteo saranno chiuse al traffico dalle ore 11. I mezzi verranno deviati sulle strade limitrofe fino al passaggio dei mezzi Amia che ripuliranno le strade subito dopo la sfilata. Nelle stesse vie, dalle ore 8 alle 20, sarà istituito il divieto di sosta.

Per motivi di sicurezza è stata disposta la chiusura anticipata alle ore 12 di tutte le scuole, di ogni ordine e grado, che si trovano nel centro storico e nei quartieri Cittadella e San Zeno. Ciò per consentire a studenti, insegnanti e operatori scolastici di uscire prima dell’inizio della sfilata, e alle famiglie di partecipare alla manifestazione, agevolandone gli spostamenti.

A illustrare tutti i dettagli del Venerdì gnocolar 2022, questa mattina in diretta streaming, l’assessore alle Tradizioni veronesi e al Carnevale Francesca Toffali, insieme al presidente del Bacanal del Gnoco Valerio Corradi. Presente anche Dario Moscato, assessore del Comune di Misterbianco, ospite d’onore di quest’anno. E i presentatori della giornata.

“Prende il via il carnevale veronese – ha detto Toffali -. Dopo due anni di pandemia, ci riappropriamo di una delle nostre più antiche e colorate tradizioni. Sarà una bellissima giornata, all’insegna della festa e della spensieratezza. Il sorriso è la migliore terapia di fronte all’incertezza e alle difficoltà di questo periodo storico. Siamo pronti per il via di questa sera con i carri illuminati in piazza”.

“Verona sarà uno dei pochi carnevali a sfilare, assieme a Venezia e Viareggio – ha aggiunto Corradi -. Per noi è motivo di orgoglio essere riusciti in meno di un mese ad organizzare il corteo e gli eventi collaterali. Siamo felici, inoltre, di avere ospiti provenienti da tutta Italia, segno della vicinanza degli altri carnevali”.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...