Trieste, regolamento tra bande per lo spaccio nel giardino pubblico con droga e pistola

Un 42 enne romeno, deve scontare 1 anno, 8 mesi e 29 giorni di reclusione per spaccio di stupefacenti e possesso di arma clandestina

Trieste, regolamento tra bande per lo spaccio nel giardino pubblico con droga e pistola.

La remunerativa piazza dello spaccio nel giardino pubblico correva il rischio di essere insediata da una banda rivale e, per tutelarsi, oltre al “panetto di droga” per i clienti, girava con una pistola per garantirsi la supremazia territoriale. Almeno sino all’intervento dei Carabinieri che, con un blitz, hanno liberato il giardino pubblico e lo hanno restituito ai bambini e alle persone anziane, accompagnati dai loro animali d’affezione.

Lo spacciatore, dopo una latitanza, è incappato nei giorni scorsi in un controllo del Nucleo Radiomobile di Aurisina. Stavolta viaggiava a bordo di un pullman di linea, perché il suo furgone si era guastato durante il tragitto.

L’uomo, un 42 enne romeno, deve scontare 1 anno, 8 mesi e 29 giorni di reclusione per spaccio di stupefacenti e possesso di arma clandestina. I militari operanti lo hanno così condotto al Coroneo, dove sconterà la sua pena.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...