Bolzano, denunciati tre pusher, due cittadini molesti e due fratelli per falsificazione di green pass

Le forze dell'ordine hanno proceduto a un controllo straordinario del territorio che ha interessato in particolare il centro della città

Bolzano, nella giornata di ieri, sulla base da quanto disposto in sede di Riunione Tecnica di coordinamento delle Forze di Polizia dal Commissario del Governo, pattuglie della Squadra Volante, della Squadra Mobile, del Reparto Prevenzione Crimine Lombardia, dei Carabinieri della Compagnia di Bolzano, supportati da due unità cinofile della Guardia di Finanza, hanno proceduto a un controllo straordinario del territorio che ha interessato in particolare il centro della città.
In particolare si è proceduto a denunciare all’Autorità Giudiziaria tre pusher, uno di nazionalità marocchina e due di nazionalità tunisina per possesso ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti (sequestrato in totale circa mezzo etto di hashish e cocaina): uno di questi, irregolare sul territorio dello Stato, è stato accompagnato al Centro di Gradisca d’Isonzo (GO) dove attenderà di essere rimpatriato in Tunisia.
Sempre in zona stazione un cittadino senegalese e uno gambiano, particolarmente molesti, sono stati destinatari dell’ordine di allontanamento ai sensi del D.L. 14/2017 per i quali si sta valutando l’applicazione del Daspo urbano da parte del Questore.
Non sono mancati i controlli agli esercizi pubblici per la verifica del rispetto delle disposizioni normative anti Covid-19: due fratelli di origine albanese di 23 e 19 anni sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria per sostituzione di persona avendo mostrato agli operatori due green pass intestate a terze persone.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...