Milano, Digital Week: mappati 2.500km della città

11 novembre

Milano, Digital Week: mappati 2.500km della città.

Una campagna di rilievi aerei e terrestri dei circa 2.500 chilometri che compongono l’area urbana della Città Metropolitana di Milano, per ottimizzare le infrastrutture, i servizi destinati a cittadine e cittadini e migliorare il rapporto fra city users e Comune.

Per la prima volta, una vasta campagna di rilevazione oltre i confini amministrativi – resa possibile da un co-finanziamento dei fondi PON Metro (Programmi Operativi Nazionali per le città Metropolitane) – consentirà la creazione, la verifica e l’aggiornamento di ventidue ‘geodatabase’ che compongono il patrimonio informativo dell’Amministrazione. Dati che verranno messi a disposizione dei comuni dell’area vasta per implementare l’urbanistica intelligente e valorizzare gli spazi pubblici.

Ad acquisire una dettagliata e precisa fotografia del territorio, compresi circa 1,2 milioni di oggetti urbani – ad esempio pali della luce, segnaletica verticale e orizzontale – è stata Cyclomedia, leader nella digitalizzazione degli spazi esterni, che ha raccolto ed elaborato i dati grazie a tecnologie basate su avanzati algoritmi di Intelligenza Artificiale.
L’azienda ha impiegato venticinque giorni per mappare ogni singola strada, ha percorso le vie di ogni quartiere (compresi Citylife e l’area di Expo mai prima d’ora inclusi nelle rilevazioni) utilizzando tre veicoli dotati di telecamera, e ha raccolto milioni di immagini a 360 gradi attraverso accurati e moderni sensori di mobile mapping.

Grazie alla tecnologia e ad una strumentazione all’avanguardia mondiale, Milano getta le basi per la costruzione di un vero e proprio Digital Twin (o gemello digitale) della città che ne evidenzia in modo chiaro – tra le altre cose – la segnaletica stradale verticale e orizzontale, i semafori, le barriere, i pali della luce e reggifilo, i passi carrai e gli impianti di pubblica affissione, oltre che le dimensioni dei varchi di ponti e tunnel, targhe viarie e commemorative, numero e dimensione delle vetrine commerciali, rampe per persone con disabilità, orologi pubblici, binari delle linee tramviarie e tanto altro ancora.

Lo scopo di questo ambizioso progetto di rilevazione ed elaborazione dei dati è dotare l’Amministrazione comunale di informazioni dettagliate sul tessuto cittadino, utili ad affrontare le sfide contemporanee di gestione dello spazio pubblico.

Il primo passo per diventare a tutti gli effetti una smart city, infatti, è dotarsi di una corretta panoramica dell’esistente arricchita da dati e approfondimenti che possono essere utilizzati per migliorare la gestione della municipalità a beneficio di tutti i cittadini e le cittadine, sempre in ottica di sostenibilità economica e sociale. Un Digital Twin consente di navigare in modo immersivo il territorio per ispezionarne e valutarne i singoli luoghi senza la necessità di effettuare ispezioni in campo e di identificare automaticamente tutti i beni presenti nello spazio pubblico, in modo da intervenire tempestivamente con eventuali processi di manutenzione.

Questo progetto – dichiara Layla Pavone, coordinatrice del Board per l’Innovazione Tecnologica e Trasformazione Digitale del Comune di Milanodimostra come l’innovazione digitale e la tecnologia avanzata possano guidare trasformazioni decisive, oltre che affascinanti, per una migliore governance delle città. Grazie a questa vasta campagna di rilievi, che per la prima volta si è spinta oltre i confini di Milano città, l’Amministrazione si dota di un patrimonio informativo straordinario che verrà messo a disposizione dei comuni della Città Metropolitana e che potrà evolversi fino a diventare un vero e proprio ‘gemello digitale’. Un progresso tecnologico con enormi potenzialità sui servizi offerti alle cittadine e ai cittadini, in termini di sostenibilità, efficientamento e sicurezza”.

Cyclomedia è leader mondiale nella digitalizzazione di spazi esterni e da oltre trent’anni fornisce dati utili attraverso le immagini sferiche a livello stradale più accurate al mondo. Grazie ad analisi innovative basate sull’intelligenza artificiale, Cyclomedia fornisce informazioni puntuali e approfondimenti pratici da utilizzare oggi per costruire un domani migliore. L’azienda sviluppa, costruisce e gestisce i sistemi di mobile mapping più avanzati al mondo, in grado di mappare le aree urbane densamente popolate dell’Europa occidentale e del Nord America.
I dati aggiornati e accurati che Cyclomedia raccoglie ogni anno vengono utilizzati da enti pubblici e società private per rendere le città più verdi, accessibili, intelligenti e sicure ed in generale per fare scelte consapevoli basate su dati altamente accurati.

Milano, Digital Week: mappati 2.500km della città

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...