Focus Live 2022, evento al Museo Nazionale Scienza e Tecnologia

Dal 4 al 6 novembre

Focus Live 2022, evento al Museo Nazionale Scienza e Tecnologia.

Da venerdì 4 a domenica 6 novembre il Museo Nazionale Scienza e Tecnologia di Milano ospita, come ogni anno, il Festival Focus Live 2022. In calendario oltre 100 ospiti e più di 70 appuntamenti aperti al pubblico e a tutte le età, tra conferenze, installazioni, laboratori, dimostrazioni e incontri, anche robotici con i migliori esperti della scena scientifica italiana, dal palco del Museo e in diretta sulle piattaforme web.

In occasione del 30° anniversario del mensile Focus, il tema della quinta edizione del festival – Orizzonti – intende sperimentare e toccare con mano quanto e come il progresso tecnologico abbia già cambiato e cambierà il nostro quotidiano. Uno sguardo attento, multiforme, dinamico, multimediale, interattivo, coinvolgente ed entusiasmante al futuro della scienza, della tecnologia, dell’esplorazione spaziale e della salvaguardia del Pianeta, accessibile a tutti e rivolto a piccoli e grandi.

Il4 novembre alle ore 9.30 si apre Focus Live, con la partecipazione di Fiorenzo Galli, Direttore Generale del Museo e con la presentazione del programma da parte di Raffaele Leone, Direttore di Focus. A seguito della cerimonia di apertura della manifestazione, Marcell Jacobs sarà il primo ospite del festival, dove svelerà al pubblico come si diventa l’uomo più veloce al mondo.

IL CALENDARIO
Dal clima alle conquiste spaziali, dal cibo alla medicina, dallo sport al design, sono più di cento gli ospiti chiamati a condividere con il pubblico le scoperte e le novità più recenti, in presenza e in diretta sulle piattaforme web e social. Appassionati e curiosi di tecnologia, scienza, natura, medicina e innovazione troveranno all’interno del ricco programma, tanti eventi da segnare in agenda.

Venerdì 4 novembre: Marcell Jacobs, Alberto Mantovani, Luca Perri, Barbascura X, Luca Mercalli
Dopo la cerimonia di apertura della manifestazione, sarà Marcell Jacobs, campione olimpico dei 100 metri, alle ore 10.20 il primo, atteso, ospite relatore. Protagonista di Veloci verso il futuro, svelerà al pubblico i suoi segreti: come si diventa l’uomo più veloce del mondo? È davvero solo tutta una questione di allenamento? Occasione imperdibile alle 12, invece, per incontrare Alter ego, il robot umanoide sviluppato dall’Istituto Italiano di Tecnologia, il centro di eccellenza che il mondo ci invidia e dove prende forma il futuro, e altre tecnologie che ci cambieranno la vita. Alle ore 14 sarà invece l’immunologo Alberto Mantovani a guidarci alla scoperta della straordinaria fase di avanzamento delle conoscenze in campo medico che stiamo attraversando e degli sviluppi terapeutici nel prossimo futuro, in particolare per malattie degenerative come Alzheimer, Parkinson e demenza senile. L’astrofisico Luca Perri alle ore 16 invece parlerà di Buuu… gie. Funzionamento e non funzionamento del debunkingDaniele Mocio, Tenente Colonnello dell’Aeronautica Militare e previsore meteo, alle ore 17 si soffermerà su previsioni e cambiamento climatico in Che tempo che fa?. Compito di Barbascura X, divulgatore scientifico e stand-up comedian svelare Il lato umano degli scienziati. Rivelazioni (e sconvolgenti scheletri nell’armadio) alle ore 19.20 su 6 grandi menti della scienza, da Newton a Tesla, da Democrito ad Einstein. A concludere la prima giornata di Focus Live sarà il meteorologo Luca Mercalli, meteorologo e un ensemble dell’Orchestra sinfonica di Milano con C’erano una volta le quattro stagioni che parte da una domanda: cosa avrebbe composto Antonio Vivaldi se fosse vissuto oggi, nel pieno del cambiamento climatico causato dall’uomo?

Sabato 5 novembre: Guido Tonelli, Roberto Battiston, Mario Tozzi, Benedetta Parodi, Stefano Boeri ed Ersilia Vaudo, Gabriella Greison
A dieci anni dalla scoperta del Bosone di Higgs, che cosa abbiamo imparato di questa particella? E che cosa resta da scoprire? Per ascoltare le risposte appuntamento sabato 5 novembre alle ore 10 con La “particella di Dio” e i segreti dell’universo in compagnia del fisico del Cern Guido Tonelli. Alle ore 10.35 anche il fisico Roberto Battiston fornirà strumenti per comprendere meglio il mondo Con gli occhi della scienza. Mario Tozzi, con il suo stile inconfondibile, alle ore 11.15 porterà il pubblico di Focus Live a scoprire gli aspetti più affascinanti del Mare Nostrum, il Mediterraneo, in un viaggio tra storia, mito e scienza. Alle ore 12 gli esperti di Airc, insieme a Benedetta Parodi, testimonial dell’Associazione, parleranno di quanto è importante una sana alimentazione per il nostro corpo nel corso dell’incontro La salute vien mangiando (sano). Nel pomeriggio alle ore 16 Stefano Boeri, architetto, ed Ersilia Vaudo, chief diversity officer dell’Agenzia Spaziale Europea ci porteranno Dalle stelle alle stanze per parlare di futuro sostenibile. Lo Special event di sabato sera è un doppio appuntamento per ricordare, a dieci anni dalla scomparsa, Rita Levi Montalcini, l’unica scienziata italiana premiata con il Nobel. Alle ore 20.30 con la nipote Piera e Alberto Cappio, autori di “Un sogno al microscopio”, verrà ricordata la sua straordinaria vita: dall’infanzia spensierata alle leggi razziali, dagli studi a Torino ai legami con una famiglia molto unita, colta e piena di talenti. Alle ore 21.00 invece Gabriella Greison, fisica e attrice, porta in scena un uovo spettacolo, “#maestre“, dedicato alle grandi scienziate del XX secolo.

Domenica 6 novembre: David Monacchi, Adriano Fontana, Paolo Nespoli, Space4InspirAction, Barbara Gallavotti e Telmo Pievani
Ricco anche il cartellone dell’ultima giornata di Focus Live, domenica 6 novembre, che apre alle ore 10 con il giornalista Federico Taddia e la climatologa Elisa Palazzi, in un dialogo a due voci su Il cambiamento climatico spiegato a tutti. Sarà invece un viaggio alla scoperta dei suoni dei luoghi a forte rischio di scomparsa L’arca di Noè sonora di David Monacchi, artista interdisciplinare, compositore, presidente della organizzazione non-profit Fragments of Extinction e archeologo dei suoni (alle ore 14.35). Dalle meraviglie della terra si viaggia nello spazio alle 15.15 con Le meraviglie del Webb Space Telescope raccontate dall’astrofisico Adriano Fontana. Dalle conquiste spaziali al coraggio di affrontare le avversità alle 16 il programma propone Non smettete di sognare, l’esperienza straordinaria di vita e lavoro dell’astronauta Paolo Nespoli. Spazio al design alle ore 17 con i progetti degli studenti del corso Space4InspirAction della Scuola del Design del Politecnico di Milano realizzati per Focus all’interno dell’iniziativa Star Track. Soluzioni per rendere coltivabile l’alga spirulina in ambiente lunare e per facilitare il lavoro degli astronauti con disabilità. A presentare il progetto Annalisa Dominoni e Benedetto Quaquaro, docenti del corso. Con la biologa Barbara Gallavotti , alle ore 18, c’è il tempo per fermarsi a riflettere sulla ormai fragile (e compromessa) relazione tra uomo e natura nel corso di Confini invisibili, mentre alle ore 18.45 sul palco di Focus Live saliranno il paleontologo Cristiano Del Sasso e tre dinosauri… visibili al pubblico grazie ai visori per la realtà virtuale. E a concludere il festival ci penserà Telmo Pievani, alle ore 19.30, presentando spunti di riflessione su Il paradosso del progresso.

Per tutti coloro che alle conferenze e agli incontri teorici preferiscono la pratica, il luogo dove rivolgersi è l’area dedicata alle installazioni del Museo. Tra un intervento sul main stage e un talk allo speakers corner sarà infatti possibile curiosare tra i diversi stand. I ricercatori di Airc risponderanno alle domande sui tumori e con una serie di giochi interattivi aiuteranno a valutare l’importanza della prevenzione. Nei Laboratori raccontati (a cura di Mondadori Education e Fatti, non fake!) si sperimenterà la chimica di tutti i giorni ma anche quella del futuro. Negli stand dell’Aeronautica Militare si potrà salire nella cabina di pilotaggio di un jet militare, provare un seggiolino eiettabile e anche imparare a fare le previsioni meteo. Metaverso Experience – un mondo digitale realizzato da Pulsee Luce e Gas in collaborazione con Looperspace e Wavemaker – nel quale si può salire su una navicella spaziale e viaggiare nel Sistema solare alla scoperta dei segreti della nostra stella e dei suoi pianeti. Oltre al viaggio nel metaverso, ci si potrà cimentare in una camminata su Marte con il simulatore di gravità marziana di Mars Planet, o stare accanto a Neil Armstrong e Buzz Aldrin nel simulatore dell’Apollo 11 di Virtual Immersions in Science. Con la realtà virtuale di  Way Experience sono invece in programma incontri ravvicinati con i dinosauri, così come passeggiate dentro a un quadro di Monet e un viaggio nel tempo per studiare la biodiversità delle Isole Galápagos a fianco di Charles Darwin. Nello stand di Humanitas University, infine, verranno insegnate le principali manovre salvavita. Infine, per i bambini, non mancherà l’area Kids realizzata da Focus Junior, con esperienze, laboratori e incontri realizzati con i partner Mondadori Education, Ricercamondo – Henkel e Università Bicocca.

Tra le esperienze che il Museo mette a disposizione: la Digital Zone YOU&AI per sperimentare possibili scenari in cui l’intelligenza artificiale è protagonista, il laboratorio Base Marte per partecipare a un gioco di ruolo dal vivo in missione sul Pianeta Rosso, il laboratorio Future Inventors per esplorare la cultura digitale e immergersi in installazioni artistiche tra sound art e proiezioni interattive, le esperienze di VR Cinema per vivere da protagonisti contenuti esclusivi e produzioni originali di cortometraggi, fiction e docufilm dedicati a scienza, tecnologia e società le visite guidate alle Gallerie Leonardo da Vinci e alla Sezione Spazio, dove poter ammirare l’unico frammento di Luna presente in Italia.

Oltre al ricco palinsesto giornaliero, in programma anche due eventi serali gratuiti.
Venerdì 4 novembre alle 20.30 le parole di Luca Mercalli e le note di Antonio Vivaldi suonate da un ensemble dell’Orchestra Sinfonica di Milano conquisteranno gli spettatori con “C’erano una volta le 4 stagioni”” e sabato 5 novembre, sempre alle 20.30, invece Gabriella Greison, fisica e attrice, porta in scena lo spettacolo “#maestre“, dedicato alle grandi scienziate del XX secolo, anticipato dal racconto della figura di Rita Levi-Montalcini con le parole della nipote Piera.

Sarà possibile scoprire il palinsesto completo e prenotarsi per partecipare gratuitamente agli appuntamenti. Due i turnimattino (10-14) pomeriggio (14-20).
Chi desidera rimanere tutto il giorno può naturalmente prenotare i biglietti per entrambe le mezze giornate. Gli spettacoli serali di venerdì e sabato avranno un biglietto, sempre gratuito, a parte.

Sul sito e sui canali social di Focus sarà possibile seguire l’intero festival con tre giorni di dirette streaming e contenuti speciali.

Focus Live è un evento Mondadori Media, realizzato in collaborazione con il Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci e anche grazie al supporto di molte istituzioni: Aeronautica Militare, Afru, Apnea Academy, Asi, Civico planetario “Ulrico Hoepli”, Enea, Esa, Esercito Italiano, IIT, Inaf, Marina Militare, Mars Planet, Orchestra Sinfonica di Milano, Politecnico di Milano, Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, Università Cattolica del Sacro Cuore, Università degli Studi di Milano-Bicocca, Università di Trento, VIS – Virtual Immersions in Science, Way Experience, WWF.

Focus Live 2022, evento al Museo Nazionale Scienza e Tecnologia

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...