Milano, 5 aprile “Milva icona di stile, un’arte per cura”

Al Teatro Franco Parenti di Milano si è tenuta l’asta di beneficienza degli abiti di Milva, il ricavato attiverà una rete di luoghi di cura

Milano, 5 aprile “Milva icona di stile, un’arte per cura”.

In data 4 aprile, si è tenuta la conferenza stampa in occasione dell’evento del 5 aprile “Milva icona di stile, un’arte per cura”, ove sono stati offerti all’asta gli abiti di scena di Milva, al Teatro Franco Parenti di Milano.

Grazie alla generosità della prof.ssa Martina Corgnati, figlia dell’artista, sono stati donati trenta abiti di cena e accessori di Milva che verranno offerti all’asta il 5 aprile al Teatro Franco Parenti. Con il ricavato si attiverà una rete di luoghi di cura per il miglioramento della qualità della vita di pazienti fragili e delle loro famiglie, anche attraverso l’esperienza artistica. Per l’occasione sono stati esposti nel foyer del Teatro Franco Parenti alcuni fra i più importanti abiti di scena della celebre cantante.

L’evento del 5 aprile è stato organizzato dalle associazioni QUALIA (destinataria della donazione, convenzionata con l’Università degli studi di Pavia e l’Asst Grande Ospedale Metropolitano Niguarda) e MediCinema Italia, che da anni operano in ambito di neuroscienze e cineterapia. L’evento ha il patrocinio dell’Assessorato al Welfare e Salute del Comune di Milano.

La direttrice del teatro Andrée Ruth Shammah sottolinea l’importanza dell’abito di scena per un’artista, esso “rappresenta la sua essenza” diventa vero e proprio “patrimonio culturale e artistico”. Non è un caso, quindi, che vengano offerti all’asta proprio gli abiti di scena di Milva, essi rappresentano il suo essere e la sua arte.

Con il ricavato dell’asta si attiverà – grazie al progetto “RiCuCi” – RIcrearsi(e)CUrarsi(con il)Cinema – il primo centro di cura cittadino, incentrato sul rapporto tra arte, scienza e malattia, intitolato all’artista Milva. “Obiettivo generale del progetto è la realizzazione di una rete di luoghi di cura con funzione di assistenza e supporto psicologico delle persone fragili, utilizzando l’arte come strumento riabilitativo, di prevenzione della salute e di formazione per gli operatori sanitari. Le attività saranno erogate da esperti, medici, neuropsicologi e psicologi che monitoreranno l’efficacia del trattamento misurandone i benefici e l’impatto sociale”. Considerato, quindi, un progetto “modello”, affinché si possa ampliare a più persone possibili.

La stessa Milva, nel periodo in cui non è stata bene, ha sperimentato quanto sia importante durante la terapia il sostegno e la socialità, e quindi la terapia sociale (seguita durante il suo percorso di cura direttamente dalla prof.essa Gabriella Bottini). Il progetto RiCuCi si ripropone di fare terapia attraverso l’arte e la cultura, che introducono all’interno della vita del paziente, la socialità; aspetto alcune volte trascurato.

Fine ultimo del progetto è l’umanizzazione della cura, attraverso dei modelli culturali nuovi. RiCuCi sostiene il “diritto di tutti di essere esposti all’arte”, perché bisogna sempre ricordare che “dietro ogni paziente c’è una persona” afferma la professoressa Gabriella Bottini.

L’avvio del primo centro cittadino, è previsto all’interno dell’ASST Grande Ospedale Metropolitano Niguarda di Milano, che da anni collabora fattivamente con l’Associazione MediCinema Italia Onlus.

La serata è iniziata alle 18:30 con lo spettacolo dedicato a Milva, condotto da Pino Strabioli, regista e conduttore, con la partecipazione di Martina Corgnati e di Giovanni Nuti. Al termine, gli abiti di scena di Milva sono stati offerti all’asta da Cristiano De Lorenzo, Direttore Generale di Christie’s Italia. Milva, pseudonimo di Maria Ilvia Biolcati, è stata una cantante e attrice italiana ed una delle protagoniste più note della musica e del teatro europeo. La sua statura artistica è stata ufficialmente riconosciuta dalle Repubbliche italiana, francese e tedesca, che le hanno conferito alcune tra le più alte onorificenze.  Milva è stata anche una straordinaria icona di stile.

Milano, 5 aprile “Milva icona di stile, un’arte per cura”

 

 

 

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...