Verona, il torneo di S-cianco festeggia vent’anni

Dal 14 maggio al 31 luglio si gioca a Verona e Provincia, parte la ventesima edizione del campionato di S-cianco, il tradizionale gioco

Verona, il torneo di S-cianco festeggia vent’anni.

Il “manego” ritorna a colpire lo “s-cianco”.
Sabato 14 maggio parte la ventesima edizione del campionato di S-cianco, con il tradizionale gioco che occuperà le piazze di Verona e provincia fino al 31 luglio.
La manifestazione, organizzata dall’Associazione Giochi Antichi, riparte dopo due anni di stop.
Grande l’entusiasmo tra i veronesi, che rappresentano una delle più numerose e importanti comunità di giocatori d’Europa.
Due le novità per festeggiare il prestigioso traguardo delle venti edizioni.
La prima riguarda la partecipazione di squadre provenienti da altre regioni e provincie, in particolare dal mantovano, dal pavese e dal veneziano.
La seconda invece vedrà la presenza di altri giochi oltre allo S-cianco, come ad esempio il Palo della Cuccagna, il Carrom, i Carrettini a Sfere, le Spacere e la Palota.
Il primo appuntamento è per sabato 14 maggio al parco delle Colombare.
Dal 26 al 29 maggio toccherà a Torri del Benaco ospitare il campionato al Molo Ferruccio de Paoli e in piazza Calderini.
Unica tappa di giugno domenica 12 a Belfiore in piazza della Repubblica, per poi spostarsi il 10 luglio a Buttapietra in via IV Novembre.
Ultima tappa in provincia sarà domenica 17 luglio a San Zeno Montagna in piazza Schena, per poi chiudere con le finali a Verona il 31 luglio nel piazzale Castel San Pietro.
Per informazioni è possibile visitare la pagina Facebook o il sito dell’Associazione Giochi Antichi.
Alla presentazione sono intervenuti l’assessore allo Sport, i sindaci dei Comuni coinvolti e per l’Associazione Giochi Antichi il presidente Paolo Avigo, Gabriele Mion, Carlo Girardi e Marco Avigo.
Presentiamo questa ventesima edizione con molta gioia perché è un gioco che ci riporta indietro a rivivere e riscoprire le nostre origini veronesi – ha detto l’assessore -.
È da sempre un bellissimo campionato, ben organizzato, per questo bisogna dare merito e ringraziare l’Associazione Giochi Antichi per la grande professionalità e competenza“.
Ringrazio tutti i Comuni che ci hanno sostenuto in questa importante edizione – ha affermato il presidente Avigo -. Ripartiamo con energia dopo due anni di stop difficili, che hanno pesato su tutte le associazioni.
Ci sono meno squadre, saranno una dozzina quelle partecipanti, per questo abbiamo pensato di coinvolgerne qualcuna da altre provincie, così come aggiungere altri giochi a quello dello s-cianco.
È infatti un nostro obiettivo, nelle prossime edizioni, creare una rete di attività ludiche e allargare il campionato geograficamente”.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...