Superlega, Calabria terra piccante: Milano si arrende a Vibo

L’Allianz Powervolley non si sblocca ed inciampa di nuovo nella sconfitta


Non trova la vittoria l’Allianz Powervolley che, nel recupero della quarta giornata del girone di ritorno di Superlega, si arrende per 3-1 (25-21, 18-25, 25-22, 25-12) ai padroni di casa della Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia. Trasferta amara in terra calabrese per i meneghini che inciampano nel quarto stop consecutivo dall’inizio dell’anno e rimandano l’appuntamento con la vittoria. Non riescono a trovare il bandolo della matassa Piano e compagni che, contro Vibo, sono scivolati su alcuni errori risultati poi determinanti per l’esito del match. Non è bastato il rientro in campo, anche se solo per un set, di Jean Patry (l’opposto francese era assente dal 22 novembre, data del match con Piacenza) per invertire la rotta di questo periodo negativo sotto il profilo dei risultati. A commentare la gara le parole del ds Fabio Lini: «Abbiamo giocato tre set alla pari con Vibo, dove la differenza l’ha fatta qualche pallone, mentre nel quarto set eravamo un po’ scarichi di energie. Non posso nascondere che volevamo uscire da Vibo con un risultato diverso. Questa è la quinta sconfitta se sommiamo quella pre Covid. Non ci sono scuse, dobbiamo fare di più e dobbiamo riuscire a portare a casa dei punti da queste partite. Abbiamo necessità di portare a casa punti e prestazioni di un livello superiore».

VIBO VALENTIA

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

Non riesce a sbloccarsi l’Allianz Powervolley che, nel recupero della quattordicesima giornata di campionato, cade in casa della Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia. Sono infatti i vibonesi ad imporsi nel confronto con i meneghini, che escono sconfitti dal PalaMaiata per 3-1 (25-21, 18-25, 25-22, 25-12). Dopo il punto conquistato in casa contro Civitanova ed i progressi messi in luce con i cucinieri, è arrivato però un passo indietro per Piano e compagni che non sono riusciti ad invertire la rotta di questo inizio complicato, dal punto di vista dei risultati, di 2021. Quarta sconfitta consecutiva nel mese di gennaio per Milano, che deve così rimandare l’appuntamento con la vittoria nel nuovo anno.

Trasferta amara e “piccante” per l’Allianz Powervolley quella in terra calabrese. Ad avere la meglio nel confronto con il team guidato da coach Piazza sono i padroni di casa di Vibo Valentia, che si confermano vera sorpresa della stagione in corso. Nonostante il recupero, almeno per un set, di Jean Patry (assente dallo scorso 22 novembre con Piacenza), Milano non trova il bandolo della matassa e deve arrendersi dopo una lunga battaglia ai vibonesi che, con un De Falco in stato di grazia, mettono a dura prova la seconda linea meneghina. Con Riccardo Sbertoli ancora a riposo (entrato solo per qualche scambio) e le chiavi della regia affidate all’esperto Daldello, l’Allianz Powervolley ha provato a giocarsi al meglio delle proprie possibilità le sue carte, scivolando nei momenti determinanti del confronto in alcuni errori risultati poi decisivi per l’esito della partita. Coach Piazza ha provato a mescolare le carte chiamando in causa, oltre al già citato Patry, i vari Ishikawa, Urnaut e Maar che, nonostante l’importante apporto dato alla squadra, non sono bastati per spostare l’ago della bilancia sul piatto milanese. La vera Milano si è vista solo nel secondo set (vinto 25-18) e fino al 22 pari del terzo: poi errori di concentrazione e gestione ed una sorta di turn off con il quarto parziale praticamente mai giocato dai ragazzi di coach Piazza.

POST GARA – DS FABIO LINI

«Abbiamo giocato tre set alla pari con Vibo, dove la differenza l’ha fatta qualche pallone, mentre nel quarto set eravamo un po’ scarichi di energie . le parole a fine gara del ds Fabio Lini –. Non posso nascondere che volevamo uscire da Vibo con un risultato diverso. Questa è la quinta sconfitta se sommiamo quella pre Covid. Non ci sono scuse, dobbiamo fare di più e dobbiamo riuscire a portare a casa dei punti da queste partite. Ci sono delle situazioni che dobbiamo provare a gestire meglio, delle occasioni che a volte non sfruttiamo. È un peccato, ma sia i ragazzi che lo staff sono sicuro che ne sono consapevoli. Il tempo però ora si sta riducendo e noi abbiamo necessità di portare a casa punti e prestazioni di un livello superiore». Resta ferma a quota 21 in classifica l’Allianz Powervolley con ancora due gare da recuperare (Modena e Ravenna), con la vittoria che manca nella metà campo meneghina dallo scorso 29 novembre (3-0 inflitto a Cisterna). Da domani testa e gambe saranno proiettate alla preparazione della trasferta di Perugia in programma domenica 17 gennaio alle ore 18 con Milano impegnata per un altro big match, questa volta contro la prima della classe.

CRONACA

Primo set:
Piazza gioca la carta Patry dal primo scambio in diagonale con Daldello. La pipe di Urnaut porta Milano a quota 4, a -1 da Vibo, poi l’ace del francese dai 9 metri porta il parziale sul 6 pari. +2 Tonno Callipo sull’invasione a rete di Daldello (10-8), ma tre punti consecutivi di Kozamernik (l’ultimo a muro) cambiano tutto e portano Milano in vantaggio (12-13). De Falco riporta avanti i vibonesi (16-14), ma l’ace di Ishikawa pareggia di nuovo i conti. Piazza gioco il doppio cambio con Weber-Sbertoli per Patry-Daldello, ma sull’attacco difeso dall’opposto brasiliano e sul break Vibo Piazza si gioca il primo time out (18-16). Vibo scappa via sull’ace di De Falco (17-21), con Kozamernik in primo tempo e l’errore di Rossard per il 20-22. Errore dia 9 metri per Kozamernik (21-24) con il set che si chiude sulla murata di Abouba (25-21).

Secondo set:
Muro vincente di Piano su Rossard (2-3), ma Abouba riporta avanti i calabresi con il mani out del 5-4. Il muro di Kozamernik vale il 6-7, con Piano che si esalta nello stesso fondamentale per l’8-10. Break Kozamernik in primo tempo (11-14), con Urnaut che piazza un nuovo punto in contrattacco per il +4 (11-15). Sulla doppia di Saitta Baldovin chiama time out (14-19), con il muro di Maar per il 15-22. Errore di Almeida al servizio (17-24), con il parziale che si chiude sul servizio errato di Abouba (18-25).

Terzo set:
Urnaut-Ishikawa per l’immediato 0-2, poi Maar attacca il mani out per il 5-6. Rossarda trova l’ace dai 9 metri, ma Urnaut risponde con una strepitosa diagonale per l’8 pari. Maar trova l’11 pari giocando sulle mani del muro, poi Urnaut per la diagonale lunga (13-13). Maar trova un’autostrada in parallela (14-14) con il fluido cambio palla a farla da padrona tra le due squadre, poi l’ace di Kozamernik per il 15-16. Nuovamente avanti Vibo con il muro di Rossard su Ishikawa (18-17), ma Daldello a muro blocca Rossard (18-19). Cester e l’invasione di Maar consegnano a Vibo il +2 (24-22), che chiude per il 25-22.

Quarto set:
Chinenyeze porta Vibo sul 3-1, con Piano a segno per il punto del 4-3. Doppio muro Vibo e coach Piazza è costretto a spendere il suo primo discrezionale (7-3), con il secondo time out che arriva sul 10-4. Kozamernik trova il quinto punto di Milano, ma De Falco trova la diagonale del 12-5. Ancora un muro per Vibo su Piano per il 16-7 dei padroni di casa, ma è una Milano assente. Errore di Urnaut in pipe per il 23-10, con il set che si chiude 25-12.

TABELLINO

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA – ALLIANZ POWERVOLLEY MILANO: 3-1 (25-21, 18-25, 25-22, 25-12)

Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia: Chinenyeze 10, Chakravorti 0, Abouba 16, Saitta 2, Rossard 14, Corrado 0, Rizzo (L), Cester 10, De Falco 23, Almedia 0. N.e.:, Gargiulo, Dirlic, Fioretti. All. Valerio Baldovin.

Allianz Powervolley Milano: Basic 1, Kozamernik 11, Daldello 1, Sbertoli 0, Maar 10, Weber 1, Patry 2, Piano 6, Ishikawa 10, Urnaut 14, Pesaresi (L). N.e.: Staforini (L), Meschiari, Mosca. All. Roberto Piazza.

MATCH GALLERY: LE FOTO

NOTE

Durata set: 28’, 27’, 29’, 22’. Durata totale: 1h e 46’.

Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia: battute vincenti 5, battute sbagliate 19, muri 7, attacco 57%, 62% (30% perfette) in ricezione.

Allianz Powervolley Milano: battute vincenti 3, battute sbagliate 8, muri 8, attacco 47%, 59% (30% perfette) in ricezione.

Arbitri: Canessa – Cesare. Terzo Arbitro: Notaro.

Impianto: PalaMaiata di Vibo Valentia

MVP: De Cecco


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...