Serie A, Milan-Juventus 1-3: Chiesa infligge il primo ko ai rossoneri

La Juventus vince a San Siro 3-1 nella serata che riavvicina la Vecchia Signora alla vetta: Chiesa infiligge al Milan la prima sconfitta in Serie A.

Milano, 06 gennaio 202116ª GIORNATA di SERIE A 2020/21

LA PARTITA

Ottimo avvio di gara degli ospiti che dopo appena sessanta secondi si rendono pericolosi con una iniziativa sulla sinistra proprio di Frabotta che serve in area Dybala, ma la conclusione dell’argentino è prontamente murata da Kjaer. Immediata la risposta dei rossoneri: sanguinosa palla persa in area di rigore da Bentancur. Castillejo è il pù lesto ma la conclusione del 7 spagnolo è troppo debole e facile da respingere per Szczesny.
Al 15′ Juventus vicinissima al vantaggio: dagli sviluppi di calcio d’angolo, dopo una serie di colpi di testa, la palla carambola su Chiesa che al volo si coordina e colpisce il palo alla sinistra di Donnarumma. Prove di gol per il 22 bianconero che arriva tre minuti più tardi.
Splendida combinazione Chiesa-Dybala che, con un geniale tocco di tacco, manda in porta l’ex viola che con un preciso diagonale insacca il pallone alle spalle del portiere.
Al 26′ brutta palla persa in uscita da Ramsey, Hauge ne approfitta e imbuca centralmente per Leão che prova a sorprendere Szczesny sul primo palo, ma il portiere polacco è attento e respinge come può.
Buon momento per i padroni di casa, la squadra di Pioli sembra aver trovato la quadra del match mettendo in difficoltà i bianconeri che hanno abbassato notevolmente il proprio baricentro.
Al 35′ Ramsey rinviene in copertura su Calhanoglu, ma l’intervento del gallese si trasforma in un auto-tiro che Szczesny è bravo a respingere con una parata in bello stile.
Il Milan è in fiducia e al 40′ la squadra di Pioli trova il pari. Da un dubbio intervento nella metà campo rossonera di Calhanoglu su Rabiot, viene lanciato in campo aperto Leão che si defila sulla sinistra e serve un rasoterra arretrato, in area di rigore, per l’accorrente Calabria che apre il piattone e deposita la sfera nel sette. La prima frazione di gioco termina sul parziale di 1-1.

La ripresa inizia con gli stessi ventidue del primo tempo. I padroni di casa si rendono subito pericolosi con un conclusione dal limite di Dalot prontamente respinta in angolo da Szczesny. Immediata la risposta dei bianconeri con un tiro svirgolato da Ramsey. Al 62′ la Juventus torna in vantaggio: dalla trequarti Dybala pesca sulla destra Chiesa che punta Theo Hernandez e di sinistro trova il secondo gol personale della serata.
Pirlo pesca dalla panchina e inserisce forze fresche: dentro Kulusevski e McKennie al posto di Dybala e Chiesa. Tre minuti più tardi arriva il primo cambio anche per Pioli. Fuori uno spento Hauge per B.Diaz.
Al 71′ ospiti addirittura vicina al terzo gol: splendida imbucata centrale di Ronaldo per l’inserimento di McKennie. Lo statunitense lascia partire un sinistro insidioso che non sorprende un attento Donnarumma che devia in angolo. Buon momento della squadra di Pirlo che al 76′ trova il terzo gol: Kulusevski parte dalla destra e si accentra in area di rigore puntando Romagnoli. In caduta il 44 bianconero serve un pallone arretrato per l’accorrente McKennie che realizza il definitivo 1-3.
Il Milan risente del colpo subito, ma prova comunque a rendersi pericoloso dalle parti di Szczesny. Calhanoglu, con una potente conclusione dai 25 metri, impegna il portiere polacco che è bravo a bloccare la sfera.
Nel finale episodio dubbio in area di rigore bianconera: intervento ruvido di Rabiot su B.Diaz. Per Irrati non ci sono gli estremi per il calcio di rigore. La Juventus batte un colpo in campionato ed espugna San Siro imponendosi 1-3 sul Milan capolista che perde l’imbattibilità dopo 27 turni ma mantiene il primato.

 

MILAN – JUVENTUS 1-3: Il tabellino

Marcatori: 18′ Chiesa (J), 41′ Calabria (M), 62′ Chiesa (J), 76′ McKennie (J) .

MILAN (4-2-3-1): 99 G. Donnarumma; 5 Dalot(81′ Conti), 13 Romagnoli, 24 Kjaer(81′ Kalulu), 19 T.Hernandez; 2 Calabria(81′ Maldini), 79 Kessié; 7 Castillejo(87′ Colombo), 10 Calhanoglu, 15 Hauge(67′ B.Diaz); 17 Leão.

A disposizione: 1 Tatarusanu, 90 A. Donnarumma, 14 Conti, 20 Kalulu, 43 Duarte, 21 B.Diaz, 29 Colombo, 27 Maldini, 97 Frigerio, 22 Musacchio.
Allenatore: Stefano Pioli.

JUVENTUS (4-4-2): 1 Szczesny; 13 Danilo, 19 Bonucci, 4 de Ligt, 38 Frabotta (87′ Demiral); 22 Chiesa(63′ Kulusevski), 30 Bentancur(74′ Arthur), 25 Rabiot, 8 Ramsey(74′ Bernardeschi); 10 Dybala(63′ McKennie), 7 Ronaldo.
A disposizione: 77 Buffon, 31 Pinsoglio, 28 Demiral, 3 Chiellini, 5 Arthur, 14 McKennie, 36 Di Pardo, 39 Portanova, 41 Fagioli, 44 Kulusevski, 33 Bernardeschi, 34 Da Graca.
Allenatore: Andrea Pirlo.

Ammoniti: 60′ Bentancur (J), 62′ Danilo (J), 90′ Romagnoli (M).

Arbitro: M. Irrati


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...