Serie A, Bologna-Inter 0-1: nerazzurri in fuga scudetto

Al “Dall’Ara” la squadra di Antonio Conte infila la nona vittoria consecutiva e sale a +8 dal Milan con una partita in più. Mercoledì il recupero contro il Sassuolo.

L’Inter supera anche l’ostacolo Bologna e quello della ripartenza dopo 20 giorni di sosta forzata facendo un altro passo verso lo scudetto.

Il solito gol di Romelu Lukaku, che risponde a Cristiano Ronaldo tenendo vivo anche il testa a testa per il titolo di capocannoniere, decide la gara al Dall’Ara. In un match in cui a brillare sono le seconde linee – tra tutti Ranocchia e Sanchez, l’Inter suona la nona sinfonia che gli vale una Pasqua tricolore. Il difensore italiano non fa rimpiangere l’assenza di De Vrij rendendosi pericoloso anche in aria avversari con la specialità della casa, mentre il chileno entra e fa a sportellate con tutti permettendo all’Inter di soffrire il meno possibile.
Nel finale uno stanco Brozovic, rianima il Bologna ringiovanito da Mihajlovic con gli ingressi di Juwuara e Vignato che hanno portato anche più dinamismo e pericolosità alla squadra di casa.

La squadra di Conte approfitta dei pareggi di Milan Juventus e fa letteralmente il vuoto in classifica salendo a 68 punti grazie alla nona vittoria consecutiva in campionato: ora sono otto le lunghezze sui rossoneri, che hanno una partita in più, e dodici quelli sui campioni d’Italia.
I nerazzurri non vincevano 9 gare di fila in campionato dal 2007, quando stabilirono il record nella storia della Serie A a girone unico con 17 successi consecutivi.
Mercoledì recuperi Inter-Sassuolo (ma senza Bastoni e Brozovic, squalificati) e Juventus-Napoli.

 

Lukaku fa volare l'Inter: Bologna battuto, scudetto a un passo

 

IL TABELLINO: BOLOGNA-INTER 0-1

Marcatori: 31′ Lukaku (I)

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

BOLOGNA (4-3-1-2): 34 Ravaglia; 14 Tomiyasu (29 De Silvestri 34′), 5 Soumaro, 23 Danilo, 35 Dijks (80 Juwara 80′); 30 Schouten, 8 Dominguez (32 Svanberg 69′), 11 Skov Olsen (7 Orsolini 80′); 21 Soriano; 10 Sansone (55 Vignato 69′), 99 Barrow.
A disposizione: 1 Da Costa, 16 Poli, 18 Baldursson, 16 Antov, 43 Faragò.
Allenatore: Sinisa Mihajlovic.

INTER (3-5-2): 1 Handanovic; 37 Skriniar, 13 Ranocchia, 95 Bastoni; 2 Hakimi, 23 Barella (8 Vecino 92′), 77 Brozovic, 24 Eriksen (5 Gagliardini 61′), 15 Young (36 Darmian 71′), ; 9 Lukaku, 10 Lautaro (7 Sanchez 71′).
A disposizione: 27 Padelli, 97 Radu, 6 de Vrij, 12 Sensi, 22 Vidal, 99 Pinamonti.
Allenatore: Antonio Conte.

Ammoniti: Soumaro (B), Ranocchia (I), De Silvestri (B), Vignato (B), Juwara (B), Brozovic (I), Bastoni (I), Gagliardini (I)

Arbitro: Giacomelli.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...