Serie A, Atalanta-Crotone 5-1: Dea forza 5

L’Atalanta vince con facilità una partita che nel primo tempo aveva raccontato un’altra storia. Il Crotone regge, bene, un tempo ma nel secondo i bergamaschi dilagano. Per l’Atalanta cinque marcatori diversi, Gosens, Palomino, Muriel, Ilicic e Miranchuk. Nel Crotone in rete Simy.
Vittoria importante per l’Atalanta che si porta a sole 4 lunghezze dal Milan e quindi dal secondo posto. Nel prossimo turno i bergamaschi andranno a far visita alla capolista Inter

LA PARTITA

Nerazzurri pericolosi già all’8′ con un gran tiro incrociato di Gosens che non esce lontano dal palo lontano. La partita si sblocca al 12′ proprio con Gosens che corregge in rete di testa il cross dalla destra di Iličić. Al 19′ Muriel ha sui piedi l’occasione per il raddoppio ma il colombiano si allunga troppo il pallone e favorisce l’intervento di Cordaz. Al 24′ il Crotone pareggia con Simy che si invola centralmente e batte Sportiello con un tocco morbido. Tutto da rifare, con gli ospiti che sfiorano il vantaggio al 29′ con Messias: bravissimo Sportiello in uscita a stoppare l’attaccante del Crotone. Finale di marca nerazzurra: prima Malinovskyi non trova la porta con un sinistro potente (41′), poi pochi secondi dopo Pessina non riesce a trovare Iličić solo al centro dell’area per l’intercettazione di Golemic, quindi al 43′ prima Muriel da posizione centrale impegna Cordaz che si salva coi piedi e poi Malinovskyi di testa non trova la porta da posizione ravvicinata. L’ultimo tentativo nel recupero porta la firma di Iličić che da posizione defilata calcia sul fondo.

Nella ripresa i nerazzurri partono fortissimo. Dopo tre minuti sugli sviluppi di un angolo Palomino col mancino ripristina il vantaggio trovando l’angolino, poi al 50′ Muriel sfrutta uno scivolone di un difensore per firmare il 3-1. Al 58′ arriva anche il 4-1: gran sinistro a giro di Iličić che si infila sotto l’incrocio più lontano. Gara sotto controllo, con Miranchuk, appena entrato, che sfiora anche la cinquina con un destro a lato, quindi Cordaz nega la doppietta a Iličić volando sulla punizione dello sloveno. Sportiello poi nega il raddoppio a Messias, quindi all’83’ Cordaz devia sul palo una conclusione potente di Zapata. All’85’ arriva il 5-1 e la firma è quella di Miranchuk con un colpo da biliardo che tocca il palo e si insacca. Nel finale Gasperini fa esordire Ghislandi, classe 2001 prodotto del vivaio nerazzurro.

IL TABELLINO : ATALANTA-CROTONE 5-1

Reti: 12′ p.t. Gosens (A), 23′ p.t. Simy (C), 3′ s.t. Palomino (A), 5′ s.t. Muriel (A), 13′ s.t. Iličić (A), 40′ s.t. Miranchuk (A).

Atalanta: Sportiello, Djimsiti, Romero (24′ s.t. Caldara), Palomino, Mæhle, Freuler (18′ s.t. Pašalić), Pessina, Gosens (41′ s.t. Ghislandi), Malinovskyi (18′ s.t. Miranchuk), Iličić, Muriel (24′ s.t. Zapata). A disposizione: Rossi, Gollini, Toloi, Ruggeri. Allenatore: Gian Piero Gasperini.

Crotone: Cordaz, Golemic, Magallan (6′ s.t. Cuomo), Luperto, Pereira, Zanellato, Eduardo (35′ s.t. Marrone), Reca (1′ s.t. Rispoli), Messias, Riviere (15′ s.t. Petriccione), Simy. A disposizione: Festa, Crespi, Cuomo, Ounas, Dragus, Rojas, D’Aprile, Marrone, Di Carmine. Allenatore: Serse Cosmi.

Arbitro: Simone Sozza di Seregno.

 

 


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...