SPAL-INTER, LE PAGELLE

178

Handanovic 8

Senza due interventi (almeno due…) prodigiosi saremmo qui a scrivere di un altri risultato e di un’altra classifica. E la sostanza sarebbe molto diversa. Top.

Vrsaljko

Rientra dall’infortunio, nel primo tempo ok: serve anche Icardi sul gol. Non brilla ma soffre meno di Asamoah sull’altra fascia. Poi nel secondo tempo fa peggio. Vota d’incoraggiamento.

Skriniar 6,5

Non è la sua migliore partita ma a conti fatti è quello che si salva della difesa.

Miranda 4

Stende Felipe sul rigore (giusto), si fa bucare da Paloschi sul gol. Serata da dimenticare.

Asamoah 5

Lazzari lo vede con il binocolo e davanti punge meno del solito.

Valero 5,5

Parte bene, ma poi viene subissato dalla velocità degli spallini e cala anche la condizione. Non il solito ragioniere di centro campo.

Vecino 6

La mediana subisce, l’uruguaiano fa la sua partita onesta, niente di più.

Nainggolan 6

Patisce l’ennesima partita ogni tre giorni, il fisico non è ancora al top, però c’è sempre ci prova sempre. Così resta a galla e illumina con qualche passaggio e tiro in porta.

Keita 5 meno meno

Il tiro murato prima del gol, un altro tentativo da fuori area e la buona idea (con pessima realizzazione) del passaggio a Icardi al 30’ tirano un po’ su la media, ma sfrutta malissimo la fiducia di Spalletti. Il fantasma del giocatore che avevamo visto alla Lazio.

Perisic 6,5

Farebbe una partita sotto il sei senza mai saltare l’uomo e filtrando poco, ma il passaggio a Icardi sul gol del vantaggio è decisivo. Ed è pagato anche per un solo passaggio che porta i tre punti. Per ora.

Icardi 8

A conti fatti senza lui e Handanovic sarebbe stata un’altra storia. Sfrutta ogni sporca palla che gli arriva, fosse anche una sola. E ne realizza tante, come questa sera. Niente da dire.

Martinez s.v.

Entra alla fine, lotta su un paio di palle, le difende, ma è troppo poco per giudicarlo.

Politano 6,5

In qualche decina di minuti fa di più di Keita in quasi tutta la partita.

Gagliardini 6

Entra tardi e si posiziona in mediana accanto a Vecino. La coppia funziona meglio, nessun acuto ma dà più sicurezza alla squadra. 

Spalletti 6,5

Conosce le difficoltà dell’Inter con le provinciali e aveva suonato la carica, azzecca anche i cambi, forse un pelo in ritardo.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 

Commenti
Loading...