RONALDO RISPONDE A NAINGGOLAN, IL DERBY D’ITALIA FINISCE 1-1

Inter in vantaggio al 7' con un gran tiro di Nainggolan da 30 metri, i nerazzurri dominano nel primo tempo, poi nella ripresa la Juventus riconquista campo e pareggia i conti con Ronaldo.

240

Juve già con lo scudetto cucito sul petto, Inter non ancora qualificata per la Champions ma con più di un piede nell’Europa che conta. Al derby d’Italia si respira meno tensione, ma non meno carica agonistica. Almeno da parte dei nerazzurri. E così si inizia con la curva nord che si colora della Champions nerazzurra con la scritta game over, mentre la curva juventina (spezzata in due dalle disposizioni di sicurezza che hanno suggerito di non riempire completamente il terzo anello a causa delle vibrazioni registrate durante Inter-Atalanta) risponde timidamente. È il mood della partita, con l’Inter che parte subito forte: pressing alto, diverse palle rubate. E il gol che arriva al 7’, con un gran tiro al volo dal limite dell’area di Nainggolan, un euro-gol che fa impazzire San Siro. La Juve sembra stordita: qualche tentativo da fuori ma niente di più. I numeri della prima metà gioco sono eloquenti: possesso palla per il 55 per cento nerazzurro e quattro tiri nello specchio della porta contro uno. Avrebbe anche un paio di occasioni per raddoppiare l’Inter, ma Szczesny salva la porta bianconera. Inter che inizialmente gioca la palla, poi cerca il lancio lungo di Handanovic con tre torri a centrocampo e tagli di prima a lanciare l’azione. Così si va al riposo con un gol di vantaggio che non lascia tranquilli gli uomini di Spalletti e i loro tifosi. Il rientro è a ritmi più lenti e la Juventus, meno asfissiata dal pressing nerazzurro, inizia a ragionare e a triangolare. L’Inter paga il calo fisico di un primo tempo giocato a ritmi molto alti. Così al primo buco della difesa Ronaldo calcia un gran dritto rasoterra dal limite lasciando Handanovic immobile per il pareggio bianconero. L’Inter non ci sta, ma neppure la Juve e fiocca ancora qualche occasione, però i nerazzurri appaiono stanchi anche dopo i cambi operati da mister Spalletti e la Juventus non ha la convinzione per affondare il colpo del ko. Finisce così, con un 1-1 che non scontenta nessuno, ma non serve molto all’Inter che vede arrivare da dietro la Roma. Aspettando il risultato di Torino-Milan. Se i nerazzurri sapranno giocare così nelle prossime partite però la Champions non potrà sfuggire. Tante conferme per Spalletti, da Nainggolan a Politano, da un ritrovato Perisic al duo di centrocampo. Forse il meno convincente alla fine risulta Icardi, mentre Martinez, nei soli dieci minuti che ha avuto a disposizione, ha fatto vedere condizione e idee. Quelle che potrebbero essere utili per ritornare per il secondo anno consecutivo nell’Europa che conta.

 

Primo tempo

Al 5’ Perisic s’invola sulla sinistra, Can devia in angolo. Al 6’ traversone di Politano, colpo di testa di Vecino di poco a lato. È il preludio del vantaggio interista con un grande tiro al volo da 30 metri di Nainggolan. All’11’ contropiede nerazzurro, ma il tiro di potenza di Icardi è deviato in angolo da Szczesny; sul calcio d’angolo il portiere bianconero para sulla linea un colpo di testa di de Vrij. Al 17’ ci prova Bernardeschi da fuori area, la palla è alta. Al 24’ Nainggolan parte in velocità, Perisic da fuori la spara sul fondo. Al 28’ pallonetto di de Vrij a servire Icardi, che serve al centro: intervento di Cancelo a deviare in angolo. Al 29’ Matuidi salva con il corpo su un destro in mischia di Icardi. Al 31’ Ronaldo tira alto da fuori area. Al 40’ ammonito Cuadrado che ferma Asamoah, al 44’ ammonito Perisic, in ritardo su Cuadrado e al 45’ giallo anche per Chiellini per un intervento su Nainggolan.

 

Secondo tempo

Al 48’ Spinazzola prende il posto di Sandro nelle fila della Juventus. Al 54’ D’Ambrosio ‘alla Zanetti’: percorre buona parte del campo e arriva in area a tirare stoppato da Chiellini. Al 57 Perisci da fuori area illude San Siro lambendo l’esterno della rete. Al 59′ fuori Matuidi per Kean. Al 61’ Cristiano Ronaldo dal limite fulmina Handanovic con un rasoterra potente per il pareggio juventino. Al 68′ appoggio pericoloso di petto di Asamoah per Handanovic in area. Al 69’ bella azione Perisic-Icardi-Perisic in area con il croato che tira di potenza su Szczesny. Al 74’ fuori Nainggolan per Valero. Al 77’ Pjanic al volo, ma Handanovic blocca in due tempi. Al 78’ Can da fuori area, palla di poco sopra la traversa. Al 78’ fuori Politano per Joao Mario che un minuto dopo la spara sul portiere dal lato destro dell’area. All’81’ è il turno anche di Martinez che prende il posto di Icardi. All’83’ il Toro ci prova dalla distanza, ma la palla va a lato. All’84’ Martinez ruba palla sul lato dell’area juventina, ma il suo assist finisce tra i guantoni i Szczesny. All’85’ nella Juventus entra Pereira al posto di Bernardeschi. Al 90’ D’Ambrosio salva in area su Pereira.

 

Le formazioni

Inter in campo con Handanovic, D’Ambrosio, de Vrij, Skriniar, Asamoah, Brozovic, Vecino, Politano, Nainggolan, Perisic, Icardi. Juventus con Szczesny, Cancelo, Chiellini, Bonucci, Sandro, Pjanic, Matuidi, Can, Cuadrado, Bernardeschi, Ronaldo.

 


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...