Formula 1, gara del gran premio del Messico: vince Verstappen davanti ad Hamilton e Perez

In Messico si corre la terzultima tappa del mondiale. Verstappen è ancora l’uomo da battere, le Mercedes lo seguono a caccia della prima vittoria stagionale e la Ferrari parte indietro. A vincere è ancora il campione del mondo davanti ad Hamilton e Perez. Brutta gara per le Ferrari con Sainz solo 5° e Leclerc 6°.

Formula 1, gara del gran premio del Messico: vince Verstappen davanti ad Hamilton e Perez.

Sul circuito “Hermanos RodrÍguez” di Città del Messico Verstappen parte in pole position davanti a Russel, Hamilton, l’eroe di casa Perez e Sainz con Leclerc che scatta dalla settima posizione. Allo spegnimento dei semafori a girare in prima posizione alla prima curva è Verstappen davanti a Hamilton, Perez, Russel, Sainz e Leclerc. Verstappen, autore di una buonissima partenza e con gomma rossa, tenta di scappare. Leclerc e Sainz si ingaggiano in un bel duello in partenza, ma lo spagnolo tiene la posizione. Al quarto giro il campione del mondo fa già il vuoto ai danni degli inseguitori, ma Hamilton non molla e tenta di passare in modalità “hammer time” per entrare in zona DRS a meno di un secondo dal leader del gran premio. Le Ferrari fanno fatica a tenere il ritmo dei primi 4 e iniziano a crollare di prestazioni. Nelle retrovie la lotta fra Alonso e Bottas è divertente, così come quella fra Ricciardo, Zhou e Vettel per la dodicesima posizione. Max Verstappen allunga imponendo un ritmo forsennato alla corsa guadagnando decimi su Hamilton giro dopo giro. Al ventiquattresimo giro il primo pilota a rientrare ai box per il cambio gomme è Perez. Due giri dopo rientra anche Verstappen per montare gomma gialla e andare su una strategia di due soste. Al ventinovesimo giro rientra anche Leclerc per montare gomma gialla, in un weekend in cui il rosso, di solito brillante, della Ferrari è diventato opaco complici i problemi al turbo cambiato la settimana scorsa in America. Hamilton rientra al trentesimo giro e monta gomma bianca per cercare di avere un vantaggio a fine corsa, mentre Sainz sceglie la gomma gialla. Verstappen è un martello e a metà corsa ha otto secondi di vantaggio su Lewis Hamilton che viene ingaggiato da Perez. I piloti della Mercedes si lamentano con il box della decisione fatta sulle gomme ritenute dai piloti sbagliate. La gara è statica e le posizioni rimangono invariate. Al cinquantunesimo giro di settantuno Ricciardo e Tsunoda ingaggiano un duello, ma il pilota giapponese, chiudendo la traiettoria all’australiano della McLaren, gli finisce contro ed è costretto al ritiro, mentre a Ricciardo viene inflitta una penalità di 10 secondi. Al sessantacinquesimo giro si ferma Fernando Alonso per un problema al motore e viene esposta la virtual safety car. Quest’oggi la gara non si è “accesa nelle posizioni che contano”, mentre sono stati più avvincenti i duelli nelle retrovie. A vincere è, come al solito, Max Verstappen davanti ad Hamilton e Sergio Perez. Non bene le Ferrari con Sainz quinto e Leclerc sesto.

Max Verstappen, con la vittoria di oggi, raggiunge la quattordicesima vittoria in una sola singola stagione, record assoluto di tutti i tempi. Mai nessuno come lui.

Formula 1, gara del gran premio del Messico: vince Verstappen davanti ad Hamilton e Perez

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...