fbpx
CAMBIA LINGUA

Formula 1, gara del GP del Bahrain: vince Verstappen, 2° Perez e 3° Alonso; male le Ferrari

Dopo la prima qualifica della stagione che ha visto la pole position di Verstappen, è arrivato il momento clou dell’intero weekend, la prima corsa del campionato 2023. A vincere sul circuito del Bahrain, per la sua diciannovesima edizione è Verstappen davanti al compagno Perez e ad Alonso. 4° Sainz, out Charles Leclerc.

Formula 1, gara del GP del Bahrain: vince Verstappen, 2° Perez e 3° Alonso; male le Ferrari.

L’attesa è finita, i tifosi sono in fermento, i piloti scalpitano e le vetture sono pronte a fare scintille sulla pista del Bahrain International Circuit. La prima gara del campionato di Formula 1 è arrivata, si ricomincia!

Max Verstappen e la RedBull devono dimostrare di essere ancora i numeri 1, la Ferrari vuole riprendersi il tetto del Mondo, la Mercedes vuole colmare il gap della passata stagione, l’Aston Martin con il veterano Alonso vuole essere la sorpresa dell’anno.

Le macchine sono calde in griglia, i piloti sono pronti con la visiera abbassata a nascondere la concentrazione, la follia e forse anche un pizzico di tensione. Allo spegnimento dei semafori, il primo a girare in testa è Verstappen davanti a Leclerc, Perez che è rimasto un po’ piantato al via, Sainz, Hamilton, Russel e Alonso. Max Verstappen scappa via e fa il vuoto dietro di sé facendo segnare un gap di più di 4 secondi nei confronti di Leclerc secondo. Il pilota monegasco al sesto giro commette un errorino in curva uno facendo un bloccaggio a fine frenata permettendo a Perez di avvicinarsi e di entrare in zona DRS. Al nono giro Verstappen fa segnare il giro veloce della corsa, mentre Leclerc si scolla Perez tornando a più di un secondo. Al decimo giro Gasly è il primo a rientrare ai box per il cambio gomme, passando dalla soft, usata da tutti in partenza tranne Magnussen, alla hard. Al tredicesimo giro si ferma anche Hamilton, mentre Alonso sorpassa Russell e si mette in quinta posizione. Al quattordicesimo giro si fermano anche i 2 piloti Ferrari che montano gomma bianca, mentre la RedBull rimane in pista, fermandosi il giro dopo con Verstappen e montando gomma rossa di nuovo. Sempre al quindicesimo giro si ferma anche Alonso montando gomma hard. Al sedicesimo giro si ritira il debuttante Oscar Piastri su McLaren per problemi al cambio. Sergio Perez rientra al pit-stop al diciottesimo giro montando anch’egli la gomma rossa, come Verstappen. Al ventiduesimo giro Perez risponde a Verstappen siglando il giro veloce della corsa e mettendo nel mirino Leclerc. Al giro venticinque, dopo un grande stint, Perez entra in zona DRS nei confronti del ferrarista numero 16 e inizia a farsi vedere negli specchietti, tanto da sorpassarlo in curva 1 dopo il rettilineo. Al giro 30 Hulkenberg su Haas sigla a sorpresa il giro veloce della corsa, togliendolo al pilota messicano della RedBull. Al trentunesimo giro si ferma nuovamente Hamilton per il secondo pit-stop della corsa montando un set nuovo di gomme hard. Il giro successivo rientrano ai box per il cambio gomme anche la Ferrari con Sainz e Russell e montano gomme bianche. Al trentatreesimo giro Stroll su Aston Martin mette a referto il giro veloce togliendolo ad Hulkenberg. Il giro successivo rientra anche Charles Leclerc per montare gomme hard nuove per arrivare a fine gara. I primi 2 piloti della RedBull rientrano ai box al giro 35 con Perez e al giro 37 con Verstappen per montare gomme bianche entrambi. Fernando Alonso è on fire e al giro 37 sigla il giro veloce ingaggiando un duello fra veterani con Lewis Hamilton. Il pilota spagnolo della Aston Martin sorpassa l’inglese motorizzato Mercedes con un gran sorpasso in curva 8 mettendosi in quinta posizione e mettendosi a caccia di Sainz con una Ferrari che appare in difficoltà. Al quarantunesimo giro Leclerc è costretto a fermarsi a bordo pista e a ritirarsi dalla corsa, dopo una gara buona, per problemi di potenza alla power unit, dopo che alla sua vettura era stata sostituita la batteria. La Ferrari torna ad avere i soliti problemi di affidabilità, che già alla prima gara non ci volevano. Alonso si attacca alla Ferrari di Sainz al quarantaquattresimo giro e al quarantaseiesimo giro lo sorpassa grazie al DRS in uscita di curva 11. Il numero 55 ferrarista fa molta fatica, tanto che deve difendersi anche da Hamilton. Pierre Gasly, al debutto con Alpine, firma il giro veloce prendendosi il punto addizionale. Senza ulteriori sussulti, dopo 57, giri Max Verstappen vince il primo gran premio della stagione, davanti al compagno Sergio Perez e a Fernando Alonso su Aston Martin, al podio numero 99 in carriera.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

La RedBull si riconferma la macchina numero 1 e quella da battere, mentre la Ferrari inizia male la stagione e dovrà trovare il modo di tornare competitiva. Molto bene la Aston Martin, rivelazione di questo inizio. Il prossimo appuntamento sarà fra 2 settimane in Arabia Saudita con il gran premio di Jeddah.

Formula 1, gara del GP del Bahrain: vince Verstappen, 2° Perez e 3° Alonso; male le Ferrari

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×