Monza, Antonella Inga premiata con la medaglia della Luna

Il Consiglio Comunale ha consegnato all’atleta ipovedente l'onorificenza per aver conquistato il titolo italiano salto in lungo indoor con record

Monza, Cinque metri e 02 centimetri. È il salto che ha consentito alla monzese Antonella Inga, 25 anni, di vincere il titolo italiano salto in lungo indoor T12, la categoria ipovedenti gravi. E di migliorare il suo precedente primato di 28 centimetri.
Il Sindaco Dario Allevi e l’Assessore allo Sport Andrea Arbizzoni hanno consegnato a Antonella Inga la medaglia della Luna, simbolo della città. «Antonella – hanno dichiarato il Sindaco e l’Assessore – ha saputo mettere in campo tutte le sue risorse: forza, coraggio, determinazione, passione. Con un solo obiettivo: non porsi limiti. Il messaggio che Antonella ci vuole mandare è chiaro: bisogna crederci. Sempre. Un messaggio diretto alle persone diversamente abili, ma non solo. Il loro coraggio è un esempio per tutti noi, nella vita privata e pubblica».
Il prossimo obiettivo sono i Giochi Paraolimpici di Tokyo. Infatti Antonella Inga ha conquistato il titolo italiano lo scorso 23 gennaio ad Ancona dove si sono svolti i campionati italiani paralimpici assoluti indoor. Inga ha gareggiato per l’associazione «Freemoving», polisportiva per persone con disabilità visiva da lei fondata nel 2016 e di cui oggi è presidente. La vittoria di Ancona è un risultato importante per ottenere il pass per le Paralimpiadi di Tokyo e tentare di avvicinare le prime sei posizioni del ranking mondiale.
Accanto a Inga, come guida, c’è la monzese Giulia Gargantini, 27 anni, mentre l’allenatrice è Elisa Bettini, di Arcore, dal 2003 al 2013 eptatleta nel Gruppo sportivo Fiamme Azzurre con diverse presenze in Nazionale e guida ed assistente di Arjola Dedaj, con la quale nel 2016 è andata alle Paralimpiadi di Rio de Janeiro.

LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...