MILAN-TORINO 0-0: A SAN SIRO VINCONO LE DIFESE

195

Mezzo passo falso dei rossoneri che vengono stoppati da un ottimo Torino. Decisivo nel primo tempo, in due occasioni Donnarumma. Nel finale Cutrone spreca da due passi il gol vittoria. Sontuosa prestazione di Zapata.

Nel posticipo della quindicesima giornata di campionato il Milan fallisce l’occasione di portarsi a -1 dall’Inter, e viene bloccata sul pari dai granata. Rossoneri decisamente meglio nella ripresa, dove hanno sfiorato il gol in un paio di occasioni. Buona la prova da subentrato di Castillejo. 

LE FORMAZIONI

Dopo la squalifica, torna dal 1′ Higuain e Gattuso ritorna al 4-4-2 con Suso e Calhanoglu esterni offensivi. Confermato ancora da centrale Abate.

MILAN: 4-4-2: Donnarumma; Calabria, Abate, Zapata, Rodriguez; Suso, Kessié, Bakayoko, Calhanoglu(70′ Castillejo); Higuain, Cutrone.

TORINO: 3-5-1-1: Sirigu; Izzo, N’Koulou, Djidji; Aina, Baselli(80′ Lukic), Rincon, Meite, Ansaldi(90′ Berenguer); Iago Falque(68′ Zaza); Belotti.

LA PARTITA

Buon inizio di gara del Torino che al 5′ sfiora il vantaggio: dalla sinistra, Ansaldi mette al centro un pallone per Iago Falque che colpisce di testa, ma un prodigioso intervento di Donnarumma evita il vantaggio ai granata. Al 16′ ancora ghiotta occasione per il Torino: dagli sviluppi di un contropiede, Rincon mette in mezzo un insidioso traversone per Belotti, che da due passi, manda il pallone incredibilmente alto sopra la traversa. Al 33′ prima vera occasione per il Milan che sfiora il gol: Higuain, lanciato da Rodriguez, sfida a tu per tu N’Koulou che è bravo a murare la conclusione del Pipita. Sulla ribattuta, Cutrone è lesto, e calcia verso la porta, ma Sirigu devia in angolo. Al 42′ ancora un fenomenale Donnarumma salva un preciso tentativo dal limite di Belotti. Sul finale di primo tempo, in pieno recupero, Higuain serve al limite dell’area Suso che calcia di prima intenzione di destro, ma la sua conclusione non impensierisce il portiere granata. Al 47′ episodio dubbio in area di rigore del Torino: Higuain conclude verso la porta, ma il suo tiro viene deviato col fianco da N’Koulou. Giusta la valutazione del VAR nel non assegnare il rigore. Un Milan in crescita chiude la prima frazione di gara sullo 0-0 contro un ottimo Torino.

Nella ripresa inizia meglio la squadra di Mazzari con un ottimo pressing e una buona qualità di palleggio. Al 60′ buona trama dei rossoneri che liberano in area di rigore Calhanoglu. Il turco, di sinistro, smorza la conclusione che termina larga sul fondo. Al 71′ Castillejo, subentrato al posto di Calhanoglu, si rende subito pericoloso su un insidioso cross di Calabria, ma il suo tocco non centra la porta avversaria. Il Torino sembra accusare le fatiche del primo tempo e ora il Milan è padrone della gara. All’81’ Suso, lanciato da Castillejo, salta Djidji e calcia di destro, ma la sua conclusione termina poco distante dal palo. All’87’ occasione d’oro ancora per i rossoneri: Bakayoko vince un contrasto in area di rigore, il pallone carambola sui piedi di Zapata che di tacco serve un’ottimo pallone per Cutrone, che manda incredibilmente sul fondo. Il Milan ci prova fino alla fine, e in pieno recupero, Djidji salva sulla linea di porta un tentativo di testa di Higuain. Il Torino strappa un punto alla squadra di Gattuso che perde l’opportunità di avvicinarsi al terzo posto.

CHE DIFESA!

Finalmente Donnarumma: non che i tifosi rossoneri ci tenessero tanto a vederlo in azione, ma il portiere azzurro sfodera tutto il meglio del suo repertorio e salva con due interventi prodigiosi il risultato prima su Iago Falque e poi su Belotti.
Ottima anche la prova dell’inedita coppia centrale AbateZapata, che, nonostante giocassero entrambi con un’ammonizione rimediata nella prima mezz’ora di gioco, hanno disputato una gara diligente e attenta.

OCCASIONE PERSA

In un turno di Serie A che poteva far accorciare le distanze dai cugini nerazzurri, il Milan non riesce a portare a casa i tre punti per via di un ottimo Torino, che soprattutto nel primo tempo ha messo in seria difficoltà la squadra di Gattuso.
Il pari permette comunque ai rossoneri di restare al quarto posto a +1 sulla Lazio.

Ora testa all’Europa League, giovedì alle 21:00 il Milan è atteso dalla insidiosa trasferta greca contro l’Olympiakos, che potrebbe regalare ai rossoneri il passaggio del turno, così da centrare il primo obiettivo di stagione.

#ANewMilan.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 

Commenti
Loading...