MILAN-NAPOLI: LE PAGELLE DEI ROSSONERI

Ecco le pagelle di Milan – Napoli.

MILAN 6
La classifica è ancora drammatica, ma il pari odierno può e deve essere un punto iniziale della ripartenza rossonera.

DONNARUMMA 7
Ancora una volta deciso in stagione: abbassa la saracinesca su una conclusione ravvicinata di Insigne.

CONTI 6
Dà conferme sul suo stato di crescita: attento nelle letture difensive e diligente in fase offensiva.

MUSACCHIO 6,5
Vincente nei duelli personali contro i ‘piccoletti’ del Napoli. Autore di una gara attenta e ordinata

ROMAGNOLI 5,5
Ha qualche responsabilità nell’azione del gol di Lozano, lasciato incolpevolmente troppo solo dal capitano rossonero.

T. HERNANDEZ 6,5
Ormai una felice costante. Non va in affanno contro un avversario ostico come Callejon. Dà il proprio supporto in fase offensiva con una serie di sgroppate importanti che lo portano vicino alla conclusione.

BIGLIA 5
Troppi errori e disattenzioni comparate alle poche cose buone fatte dall’argentino.

KRUNIC 6,5
Il suo rendimento cresce di partita in partita. Il bosniaco sembra aver trovato la sua collocazione all’interno della squadra. Suo l’assist per il pari di Bonaventura.

PAQUETA 6
Alterna giocate con alto tasso tecnico a svarioni che gli costano qualche palla persa di troppo. Ormai da lui ci si deve aspettare di più.

REBIC 5
Si ritrova titolare dopo il forfait di Suso ed ha un buon approccio alla gara. Qualche errore di troppo e una clamorosa occasione mancata sotto porta lo costringono ad abbandonare anzitempo, ad inizio ripresa, il terreno di gioco.

BONAVENTURA 7
Lo splendido gol corona una prestazione con la p maiuscola. Prezioso collante tra i due reparti, fornisce una grossa mano in fase difensiva nei minuti finali.

PIATEK 5-
Involuto: uno dei peggiori nelle fila rossonere. Il polacco, messo un paio di volte nelle condizioni di poter essere pericoloso, non sfrutta le occasioni concessegli dai propri compagni di squadra.

KESSIE 6 (entrato al 45′)
Dopo la tribuna dell’ultimo turno, l’ivoriano ha mandato un segnale positivo giocando 45 minuti di buona intensità.

CALABRIA 6 (entrato al 73′)
Nell’insolita posizione di mezzala fa la sua più che apprezzabile figura dando un grosso apporto alla squadra..

LEAO s.v. (entrato all’ 89′)

PIOLI 6
Il Milan finalmente gioca nella trequarti avversaria e conclude verso la porta. Pioli avrà ancora tanto da lavorare, ma la strada intrapresa sembrerebbe quella giusta.

#ACMilan.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...