MILAN-GENOA 2-1: ROMAGNOLI LANCIA I ROSSONERI AL QUARTO POSTO

174

Un gol in pieno recupero del capitano rossonero lancia il Milan in zona Champions. Il difensore era anche stato protagonista del momentaneo pari rossoblu con una rocambolesca autorete. Splendida prestazione di Suso, autore del primo gol rossonero.

Vittoria di carattere del Milan che vince nel finale il recupero della prima giornata di Seria A. Male Bakayoko e Laxalt a centrocampo. Bene Higuain e Donnarumma, decisivo su Lazovic.

Nel Milan, Gattuso, costretto a fare a meno di Biglia, schiera un inedito 3-5-2 con Bakayoko e Calhanoglu dal 1′. In attacco confermata la coppia Cutrone-Higuain.

MILAN: 3-5-2: Donnarumma; Musacchio, Romagnoli, Rodriguez; Suso, Kessié, Bakayoko, Calhanoglu(83′ Castillejo), Laxalt(63′ Abate); Higuain, Cutrone.

GENOA: 3-5-2: Radu; Biraschi, Zukanovic, Gunter; Lazovic, Romulo(67′ M.Veloso), Mazzitelli(78′ Omeonga), Bessa, CriscitoKouamé, Piatek(85′ Pandev).

LA PARTITA

Il Milan parte subito forte e al 4′ passa subito in vantaggio: dal limite, Calhanoglu scarica su Suso, che,dopo essersi liberato di un avversario, di sinistro a giro infila il pallone nell’angolino alto, imprendibile per Radu. Al 17’ancora un bel Milan ha una ghiotta occasione in area di rigore con Kessié: Suso imbuca per l’ivoriano che da posizione defilata colpisce non bene la sfera e la sua conclusione termina sull’esterno della rete. Al 23′ il Genoa si fa vivo in area di rigore avversaria: da un traversone dalla sinistra, Kouamé fa la sponda di testa per Piatek che si coordina in sforbiciata, ma il suo tentativo termina di poco a lato. Nel finale di tempo il Genoa gestisce bene il pallone e sfrutta qualche disattenzione della difesa rossonera. Al 41′ Biraschi, in un’azione individuale mette al centro un cross insidioso che Piatek non riesce ad impattare per centimetri. In sofferenza il Milan chiude la prima frazione di gioco in vantaggio.

A inizio ripresa Higuain si rende subito pericoloso e va vicino al raddoppio: l’argentino dal limite fa partire il destro che, deviato, prende una strana traiettoria che sta per ingannare il portiere genoano, ma Radu è attento e con un ottimo riflesso mette il pallone in calcio d’angolo.  Al 56′ il Genoa trova improvvisamente il pari: in area di rigore Bakayoko perde malamente il pallone che viene intercettato da Kouamé. L’attaccante genoano, defilato, effettua un insidioso tiro-cross ma il pallone carambola su Romagnoli e si infila clamorosamente in porta. Al 63′ Gattuso inserisce Abate per uno spento Laxalt e passa al 4-4-2. Poco dopo, Bakayoko recupera la sfera da ottima posizione e serve Higuain, che dal limite fa partire una sassata che Radu devia in calcio d’angolo. Adesso il Milan è in un buon momento: al 69′ rossoneri vicini al vantaggio: Rodriguez mette al centro un rasoterra per Higuain che perde un tempo di gioco e si fa murare il tentativo di tiro dalla difesa avversaria. Sulla ribattuta Kessié si fa trovare pronto, e di sinistro calcia in porta,ma ancora Radu salva i suoi e devia in calcio d’angolo. Al 72′ Suso, dalla destra, trova centralmente Calhanoglu che di prima intenzione si coordina al volo, ma la sua conclusione termina ben distante dalla porta avversaria.
All’80’ classica azione dalla destra di Suso che lascia partire un’insidiosa conclusione bloccata da un attento Radu. All’82’ Lazovic con un’azione personale penetra in area di rigore e angola la sua conclusione, ma uno straordinario intervento di Donnarumma salva il risultato. Nel finale il Milan con caparbietà trova il gol della vittoria: dagli sviluppi di un calcio d’angolo, Radu, con un’uscita sventata, libera malamente la sfera, Romagnoli è il più lesto e con un bel gesto tecnico, da fuori area, con una traiettoria a palombella infila il pallone in rete. I rossoneri ci hanno creduto fino alla fine e hanno ottenuto una vittoria meritata.

RECUPERO

Vittoria nel recupero del recupero! Sembra uno scioglilingua ma è quello che il destino ha riservato ai rossoneri questa sera. Vittoria di carattere degli uomini di Gattuso che hanno avuto il merito di crederci fino in fondo, in una partita che si stava complicando. Fa tutto Romagnoli: prima, sfortunato, propizia il pari rossoblu; poi al 91′, ha la lucidità di mettere il gambone e di realizzare il gol vittoria grazie anche alla complicità di Radu.

ZONA CHAMPIONS

Vittoria che, maturata nella notte delle streghe, scaccia via i fantasmi di una presunta crisi, e rilancia il Milan nelle ambizioni per un posto in Champions. Classifica che vede appaiati Milan e Lazio a 18 punti, a quattro lunghezze di distanza da Napoli e Inter. La squadra ha dimostrato voglia, e una volta passata al 4-4-2, ha concesso meno e ha trovato la via del gol.

Domenica alle 20:30, i rossoneri saranno chiamati a confermare l’andazzo delle ultime due giornate, nell’impegnativa trasferta di Udine.
#ANewMilan.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 

Commenti
Loading...