MILAN-BETIS: LE PAGELLE DEI ROSSONERI

202

Ecco le pagelle di Milan – Betis.

MILAN 5
Poco incisivo e quasi mai pericoloso. Impacciato nella costruzione del gioco. Il solo Cutrone non può bastare.

REINA 5
Grossa responsabilità sul primo gol spagnolo. Prova a riscattarsi con una bella uscita, ma l’errore resta decisivo.

CALABRIA 5
Spinge poco sulle fasce e dalla sua parte arrivano i gol spagnoli.

ZAPATA 5
Fin troppo molle nell’azione del primo gol. Non perfetto in marcatura, pecca qualche intervento difensivo.

ROMAGNOLI 5
Distratto sul vantaggio spagnolo, ha avuto grossi problemi nella marcatura e spesso si è fatto trovare in ritardo sulle uscite a centrocampo.

LAXALT 6-
Cresce nel finale ma paga la serata no della difesa rossonera.

BAKAYOKO 4,5
Inguardabile: dura solo un tempo. Sbaglia ogni tipo di controllo. San Siro non lo aiuta e lui sembra un ragazzino che sta dando i primi calci ad un pallone.

BIGLIA 6
Uno dei pochi a salvarsi. Fa quello che può ma non è mai assistito dai compagni di reparto.

BONAVENTURA 5
Anonima la sua prova. Non si accende mai e per tutta la partita dà l’impressione di essere scarico e stanco.

BORINI 4,5
Quasi nullo: come il Milan del primo tempo, si vede poco e niente.

HIGUAIN 4,5
Nervoso e svogliato sotto porta: spreca una ghiotta occasione solo davanti al portiere. Si rende protagonista della sua peggior prestazione da quando veste la maglia rossonera.

CASTILLEJO 6+ 
Colpisce il palo con un bel sinistro dalla trequarti ed è l’autore dell’assist per il gol di Cutrone. Nel finale s’innervosisce e viene espulso per un brutto intervento di gioco.

CUTRONE 7 (subentrato al 46′)
Dalla panchina entra e dà la scossa ai rossoneri. Segna e prova a trascinare i suoi: di più non può fare.

SUSO 5,5 (subentrato al 46′)
Entra nella ripresa ma incide poco. I suoi tentativi d’attacco vengono stroncati sul nascere.

BERTOLACCI 6 (subentrato all’ 80′)
Ha poco tempo per incidere, ma è determinante nell’azione del gol rossonero grazie ad un pallone recuperato a metà campo.

GATTUSO 5
Il Milan ha perso il bel gioco che lo ha contraddistinto nelle settimane precedenti. Disorientato e confuso: nella ripresa cambia per ben due volte nel giro di 10 minuti l’assetto tattico.

#ANewMilan


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 

Commenti
Loading...