L’INTER SOFFRE MA TORNA DA BRESCIA CON TRE PUNTI D’ORO

Nerazzurri in vantaggio con Martinez nel primo tempo e al raddoppio con Lukaku nella ripresa: l'autogol di Skriniar accende le speranze del Brescia ma il risultato non cambia

146

Martedì di lotta, martedì di vertigini, quelle del primo posto solitario, in attesa della partita della Juventus di domani. Una serata di gloria per l’Inter a Brescia, una serata sporca e sofferta. Su ogni pallone. Con il Brescia degno antagonista e protagonista di un bel secondo tempo che chiude i nerazzurri nella loro metà campo. Prima metà partita con i bresciani bassi a difendere lo zero a zero, ma non dura molto perché i nerazzurri passano in vantaggio con un tiro di Martinez deviato nettamente da Cistana al 23’. Così la partita piano piano cambia faccia e il Brescia spinge in avanti. Il secondo tempo vede i nerazzurri barricati in difesa e il Brescia pericoloso. Ma la virtù delle grandi squadre è quella di sapere soffrire e di colpire al momento opportuno e al 18’ Lukaku parte veloce e insacca un gran piatto a giro per il due a zero. Sulle ali dell’entusiasmo l’Inter avrebbe anche un paio di altre occasioni, ma poi torna fuori prepotentemente il Brescia che al 31’ accorcia le distanze con una bella azione di Bisoli e la palla che carambola in rete per una sfortunata autorete di Skriniar. Ultimi 15 minuti di sofferenza per i nerazzurri, ma il risultato non cambia. Inter non bella, ma fisica e concreta, con Conte che si affida alla collaudata coppia Lautaro-Lukaku davanti, alla GDS in difesa e a un centrocampo senza alternative, visti gli infortuni: Gagliardini titolare fisso insieme a Barella, Candreva, Asamoah e Brozovic. Nella ripresa c’è spazio anche per Biraghi al posto di un poco incisivo Asamoah e per Esposito a rilevare Lukaku. Tre punti d’oro per la banda Conte che continua la sua marcia in positivo dopo il mezzo passo falso di San Siro con il Parma. Ora si aspetta il Bologna e soprattutto la partita della Juventus di domani, sperando in uno sgambetto dell’ex Thiago Motta. La speranza, si sa, è l’ultima a morire.

 

Le formazioni

BRESCIA: Alfonso; Mangraviti (30′ st Ndoj), Cistana, Gastaldello (23′ st Martella); Sabelli, Bisoli, Tonali, Romulo (41′ st Matri), Mateju; Donnarumma, Balotelli.

INTER: Handanovic; Godin, Skriniar, De Vrij; Candreva, Gagliardini, Brozovic, Barella, Asamoah (36′ st Biraghi), Lukaku (41′ st Esposito), Lautaro Martinez

 

I marcatori

23′ pt Martinez, 18′ st Lukaku, 31′ st aut. Skriniar


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...