L’INTER NON SA PIÙ VINCERE, CON IL CAGLIARI È 1-1

Nerazzurri in vantaggio con Lautaro, servito da Young, e raggiunti dall’ex Nainggolan nella ripresa

La legge dell’ex non fa sconti e Radja Nainggolan gela San Siro nel secondo tempo segnando il gol dell’1-1 con il Cagliari dopo che l’Inter era passata in vantaggio nel primo tempo con Lautaro, bravo a segnare di testa su preciso passaggio della new entry Young. Nerazzurri orfani dell’infortunato Brozovic a centro campo e propositivi nel primo tempo. L’undici messo in campo da Conte punta alla vittoria per mettere pressione alla capolista Juventus e ha anche un paio di occasioni per il raddoppio, ma Cragno para tutto e nella ripresa Nainggolan segna da fuori area (con la complicità di una deviazione che spiazza Handanovic). Nel finale Lautaro si fa espellere per proteste per un presunto fallo non fischiato e anche la panchina nerazzurra rischia squalifiche a go go. Era l’epilogo che, in una perfetta domenica di interismi, molto temevano dopo che i padroni di casa avevano avuto qualche occasione per chiudere la partita senza successo. Così ora l’undici di Conte si ritrova a meno quattro dalla Juventus, in attesa del risultato da Napoli, e mantiene il distacco dalla Lazio che pareggia nel derby romano. Non era il risultato che l’Inter si aspettava nella giornata che avrebbe potuto segnare la riduzione del gap con la capolista e l’allontanamento della Lazio. E soprattutto, dopo un girone di andata a tutta, la Milano nerazzurra non è più abituata al segno x. Senza dimenticare che nelle prossime partite (derby, Lazio?) Lautaro rischia di dare forfait per squalifiche e anche mister Conte non è al sicuro. Ad maiora. O ad Eriksen.

INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar (17′ pt Godin), De Vrij, Bastoni; Young, Barella, Borja Valero, Sensi (37′ st Sanchez), Biraghi (40′ st Dimarco); L. Martinez, R. Lukaku.

CAGLIARI (4-3-2-1): Cragno; Faragò, Klavan, Walukiewicz, Lu. Pellegrini (31′ st Mattiello); Nandez, Oliva (29′ st Castro), Ionita; Nainggolan (41′ st Cigarini), Joao Pedro; Simeo.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...