INTER-RAPID VIENNA: LE PAGELLE DEI NERAZZURRI

265

Handanovic 6

Praticamente mai impegnato.

Cédric 6,5

Non si può tanto giudicare il lavoro in difesa, ma è intraprendente in avanti e spesso con traversoni, non sempre di misura.

Ranocchia 7-

Una incertezza in difesa, ma per il resto è sempre in partita e segna un gol da incorniciare omaggiando la maglia, oltre a provarci altre volte (per poco non fa la doppietta di testa). E per chi sta sempre in panchina non è davvero poco.

Skriniar 6,5

Una ordinaria partitella d’allenamento.

Asamoah 6,5

Ordinato e concreto, senza troppo fronzoli.

Brozovic 6,5

Ritorna a toccare tante palle, difende a centrocampo, ha anche l’occasione per insaccarla da fuori area, ma il piede è impreciso.

Vecino 6,5

Segna e si butta in avanti, non sempre con risultato, ma il gol vale mezzo punto.

Nainggolan 7-

Meno brillante che con la Sampdoria, però ci prova ed è preciso e concreto in rifinitura. Alla fine prova anche una mezza rovesciata al volo.

Candreva 6

Efficace in un paio di passaggi in velocità, oltre che intraprendente davanti, però anche qualche palla sbagliata e quel gol fatto che non riesce a mettere dentro.

Perisic 7

Sulla sinistra (e anche quando si accentra) è una spina nel fianco dei difensori viennesi. Ci prova sempre, spesso salta l’uomo (ok, stiamo parlando del Rapid, non del Barcellona) e segna un meritato e bel gol. Sta arrivando.

Martinez 6

Soffocato come la mozzarella nel toast da Sonnlieitner e Hofmann, lotta come un leone in gabbia e libera i compagni. Qualche bel passaggio di prima in stile trequartista. 

Valero 6

Ordinaria amministrazione quando è già tutto deciso

Politano 7-

Pochi minuti ma un gol, un assisti recuperando una palla praticamente persa, cosa si puà chiedere di più?

Spalletti 7

Continua la serie vincente e abbastanza convincente dopo l’affaire Icardi e indovina anche la mossa Ranocchia. Per ora funziona e lo spogliatoio ancora di più.  


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...