INTER-LECCE: LE PAGELLE DEI NERAZZURRI

284

Handanovic 6

Meno decisivo che in altre occasioni, ma comunque sempre utile alla causa. Esce di mano su un cross di Petriccione (bene), e di piede (dall’area) su Lapadula, senza prendere palla, ma lo disturba quel tanto che basta per farlo tirare fiacco verso la porta.

D’Ambrosio 6,5

Attento come sempre, ma soprattutto ci mette la gamba all’ultimo su Falco evitando un probabile gol: a conti fatti vale mezzo punto in più degli altri difensori e quasi quanto il gol salvato nel derby dell’anno scorso.

Ranocchia 6 +

Conte lo chiama all’ultimo secondo causa indisponibilità per infortunio di de Vrij nel riscaldamento e lui si fa trovare pronto.

Skriniar 6 +

L’avvio di stagione è leggermente sottotono rispetto alle prestazioni dell’anno scorso, ma ampiamente sufficiente. In generale è tutta la retroguardia a essere ancora un po’ imballata e rischiare troppo rispetto alle potenzialità che ha.

Brozovic 8

Sempre più uomo insostituibile e ora ha affinato anche il tiro. Metronomo, suggeritore, sesto difensore (che paura però su quel possesso insistito in area). Epic…

Sensi 8

Si è presentato dicendo di ispirarsi a Xavi e ai grandi di Spagna. Qualcuno (molti) si sarà fatto qualche risata, invece il ragazzo fa sul serio. Un gol da incorniciare, il rischio del bis, tanta sostanza, molta qualità.

Vecino 6+

Quando gira tutto bene c’è gloria per tutti. Fa il lavoro sporco, senza brillare particolarmente.

Asamoah 6,5

Quantità, un po’ meno qualità. Però ora è nel ruolo giusto.

Candreva 8

Un giocatore ritrovato: dribbling, cross al bacio, un gol da incorniciare, soprattutto quantità abbinata alla qualità. Dove era finito?

Martinez 6+

La volontà non manca, la quantità anche: incorna troppo forte facendo schizzare la palla sopra la traversa da posizione favorevole, poi incrocia troppo debole in area ma sfodera anche un gran tiro dal limite appena oltre la traversa. E l’intesa con Lukaku è già molto buona.

Lukaku 7

Segna il gol meno bello, ma un perfetto gol di rapina da centravanti di sostanza. Sposta, se non tutta, mezza difesa del Lecce. Un paio di ripartenze fulminee, due assist perfetti per Martinez. Forse (forse) segnerà meno di Icardi, ma è già fondamentale negli equilibri nerazzurri.

Politano 6+

Pochi minuti, ma subito il piglio giusto e anche un gol, giustamente annullato per fuorigioco di Lukaku.

Barella 6+

Debutto in campionato a partita in corso. Si fa trovare pronto e mostra il piglio giusto.

Conte 8

Meglio di così non poteva immaginarsi il suo debutto alla Scala del calcio. Manca ancora qualcosa (mercato e meccanismi di gioco), ma a poco più di un mese dall’insediamento sulla panchina nerazzurra la squadra ha già una forte identità contiana e il lavoro è più che ben avviato. DOve potrà arrivare questa Inter? Presto per dirlo, però la strada è quella giusta.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...