INTER JUVENTUS 2-3 INTER SUPER IN 10 MA NON BASTA

97

INTER JUVENTUS 2-3 INTER SUPER IN 10 MA NON BASTA

Partita pazza a San Siro dove va in scena il derby d’Italia, la Juve deve vincere per tenere lontano il Napoli in ottica scudetto per l’Inter l’obbligo è lo stesso se vuole centrare la Champions, Spalletti rispolvera Vecino a centrocampo, Rafinha con Perisic dietro a Icardi invece Allegri azzarda Cuadrado come terzino destro Dybala in panchina per far spazio a Douglas Costa assieme a Higuain e Mandzukic. Parte subito bene l’Inter che chiude nella propria metà campo la Juve, Perisic saltando Cuadrado lo costringe al fallo e al cartellino giallo dopo quattro minuti, al 13′ però proprio Cuadrado crossa in mezzo per Matuidi che non riesce a toccare di testa, la palla arriva a Douglas Costa che controlla e calcia con il sinistro a incrociare nulla da fare per Handanovic e Juventus in vantaggio, passano cinque minuti e Vecino atterra Mandzukic davanti all’arbitro, per Orsato è rosso diretto dunque Inter in 10 e la partita sembra già chiusa a questo punto, si sente la tensione in campo dei giocatori, alla mezz’ora Candreva si inventa un bolide diretto all’incrocio dei pali sul quale Buffon compie una prodezza ma è la Juve che ovviamente cerca il gol della sicurezza ed il raddoppio arriva al 50′ nel quinto minuto di recupero del primo tempo Matuidi su una palla carambolante in area tocca con il destro e insacca ma l’arbitro con l’aiuto del VAR annulla per fuorigioco.

Nella ripresa al 52′ i nerazzurri pareggiano subito con Icardi pescato in area su una punizione calciata da Cancelo, al 63′ Higuain calcia incredibilmente fuori dopo aver saltato Handanovic è un minuto più tardi l’Inter passa, Perisic crossa in mezzo con il destro la palla viene toccata prima da mandzukic che spiazza Barzagli il quale goffamente la insacca nella propria rete, esplode il Meazza. Allegri le prova tutte ma i nerazzurri tatticamente sono perfetti nel secondo tempo e sentono vicina un impresa storica visto come si era messa la partita, Higuain si divora altri 2 gol prima che all’88’ la Juventus trovi il pareggio, Mandzukic pesca casualmente un corridoio per Cuadrado che si appresta a calciare ma viene anticipato da Skriniar il quale sorprende il suo compagno di squadra Handanovic che non può intervenire e incredibilmente la palla passa, euforia Juve e tracollo nerazzurro che sente anche la stanchezza per aver giocato in 10 tutta la partita, passano altri 2 minuti e Dybala neo entrato calcia una punizione tagliata in area per Higuain che stavolta di testa si impone e segna la terza rete quella del sorpasso. Per l’Inter ormai senza forze arriva solo un ultimo sterile tentativo di Perisic che di testa manda fuori, vince la Juve ancora una volta a tempo scaduto e fa un passo enorme per la conquista del titolo, i nerazzurri ora superati dalla Roma dovranno attendere domani la Lazio prima di fare calcoli di classifica.

Articolo di Federico Perricone

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...