Inter, è morto Gigi Simoni: aveva 81 anni

L’allenatore, maestro e gentiluomo del calcio, aveva accusato un malore un anno fa. In nerazzurro conquistò nel 1998 la Coppa Uefa, primo trofeo di Massimo Moratti.

 

Milano, 22 Maggio 2020 – All’età di 81 anni ci ha lasciati l’allenatore ex Inter, Gigi Simoni. Nel giorno del decimo anniversario della vittoria della Champions League, l’Inter e tutto il mondo del calcio dicono addio ad un professionista stimato e amato da tutti, un uomo d’altri tempi, un uomo per bene.
L’ex allenatore, nato a Crevalcore il 22 gennaio 1939, a giugno dello scorso anno era stato colpito da un ictus.

INTER

Alla guida dei nerazzurri, il 6 maggio 1998 a Parigi vince la Coppa Uefa, il primo trofeo della presidenza di Massimo Moratti, contendendo, lo stesso anno, il primato in campionato alla Juventus chiuso con la polemica, che lo vide protagonista in campo, del rigore negato a Ronaldo. Chiuse la stagione 1998 aggiudicandosi la Panchina d’Oro.
Sotto la guida del tecnico bolognese il Fenomeno brasiliano fu protagonista della sua miglior stagione riuscendo a vincere, in quell’anno, il Pallone d’oro.

UNA VITA NEL MONDO DEL CALCIO

Una lunghissima carriera nel mondo del calcio, iniziata da calciatore col Mantova nel 1959 e chiusa con la Cremonese nel 2014 nel ruolo di direttore tecnico.
Da calciatore nel 1961-62 vinse la Coppa Italia col Napoli indossando poi, anche le maglie di Torino, Juventus, Brescia e Genoa. Proprio con i rossoblù iniziò la carriera da allenatore.
Quasi una ventina i club allenati sia in Italia che all’estero. Il suo ultimo incarico è stato quello di Direttore Tecnico della Cremonese, club per il quale ha ricoperto questo ruolo nella stagione 2013-14 e che, da allenatore, portò al trionfo nella coppa Anglo italiana del 1993. Recordman di promozioni dalla Serie B.

Se ne va l’allenatore gentiluomo, uno che ha dato tanto al nostro calcio ricevendo forse meno di quanto meritasse.

Buon viaggio Mister


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...