INTER BEFFATA DALLA VAR, CON LA FIORENTINA È 3-3 DOPO UNA PARTITA RICCA DI COLPI DI SCENA

307

Nerazzurri subito sotto e poi avanti fino al 3-1 in una partita con la var grande protagonista ad assegnare due rigori e annullare un gol. La viola pareggia su penalty al 101′ per un fallo di braccio di D’Ambrosio che anche dopo avere rivisto le immagini al rallentatore rimane molto dubbio

Senza tregua. Inter chiamata a non fare passi falsi a Firenze, sul difficile campo della Fiorentina, una delle squadre più in forma del campionato, per evitare il Milan che da dietro si sta pericolosamente avvicinando a insidiare il terzo posto. E a continuare la serie positiva in assenza del suo ex capitano Icardi. I nerazzurri per affrontare l’ostacolo viola si affidano alla formazione collaudata, con la sola sorpresa Dalbert al posto di Asamoah, D’Ambrosio preferito a Cédric come terzino sinistro e Politano a fare da ala destra. Ed è subito senza tregua anche la partita perché dopo 30’’ la Fiorentina passa in vantaggio, alla primissima azione. Una mazzata. Invece l’Inter dimostra carattere e raggiunge subito il pareggio e poi supera indenne un quarto d’ora di marca fiorentina per ribaltare il risultato con un bel gol di Politano. Si va al riposo con i nerazzurri in vantaggio. Partita intensa e divertente, che diventa ancora più intensa e veloce nel secondo tempo quando l’Inter trova il 3-1 per un fallo di mano in area (visto dalla Var) di Gerson: Perisic implacabile dal dischetto. L’Inter avrebbe anche l’occasione per chiuderla, ma è la Fiorentina a fare la partita fino alla fine, con qualche pericoloso contropiede nerazzurro. Prima Muriel trova il pareggio con una bella punizione, imparabile per Handanovic e poi, quando gli assedi viola sembrano finiti, all’ultima azione Chiesa crossa su D’Ambrosio e Abisso decreta il rigore (molto dubbio anche dopo avere visto e rivisto le immagini al rallentatore) che porta al pareggio la Fiorentina. Una buona Inter, tutta cuore e corsa, esce con onore dal Franchi ma perde due punti preziosissimi nella lotta per il terzo posto con il Milan. E li perde in un modo che fa male, ma può cementare ancora di più questo spogliatoio che sembra l’uomo in più dei nerazzurri. 

Le formazioni

Inter schierata con Handanovic, D’Ambrosio, de Vrij, Skriniar, Dalbert, Vecino, Brozovic, Politano, Nainggolan, Perisic, Martinez. La Fiorentina risponde con Lafont, Laurini, Ceccherini, Vitor Hugo, Biraghi, Benassi, Veretout, Edimilson, Chiesa, Gerson, Simeone. 


La cronaca
Al 30’’ Fiorentina già in gol con autogol di de Vrij: lancio di Ceccherini per Chiesa sul filo del fuorigioco, Chiesa serve Simeone che insacca con la deviazione del difensore olandese. L’Inter non si fa stordire dallo svantaggio e attacca subito a testa bassa, raggiungendo il pareggio al 6’ con Vecino che insacca al volo, anche lui sul filo del fuorigioco, sulla palla rimessa in gioco di testa da Nainggolan dopo il calcio d’angolo battuto dai nerazzurri. Al 28’ un errore di Vecino a centrocampo libera Gerson per il tiro al limite dell’area, ma l’attaccante delle Fiorentina la mette a lato. Al 36’ corner che attraversa tutta l’area senza che nessuna dei numerosi giocatori nerazzurri riesca a prenderla e ribadirla in porta. Al 40’ Politano riceve palla sulla destra e con il suo tipico movimento si accentra e la scia partire un sinistro a giro imprendibile sul palo interno: Inter in vantaggio. Al 43’ Gerson tira alto al volo senza trovare la porta nerazzurra. Al 44’ Martinez recupera palla sulla trequarti e serve Perisic che da dentro l’area calcia a lato. Al 47’ Fiorentina avanti in contropiede, ma il triangolo Chiesa Benassi viene chiuso da Skriniar. Al 50’ calcio di rigore per l’Inter per fallo di mano di Gerson, assegnato da Abisso dopo aver visto la VAR. Al 54’ tacco di Martinez ai danni di Ceccherini e cross basso mancato di un nulla da Perisic. Al 56’ ammonito Nainggolan per intervento su Benassi. Al 60’ Fiorentina in gol, ma la rete viene annullata per fallo netto di Muriel su D’Ambrosio. Al 62’ dentro D’Ambrosio per Dalbert. Al 72’ gran punizione di Muriel nell’angolino, imparabile: la Fiorentina pareggia le distanze. Al 65’ colpo di testa di Vecino direttamente su Lafont. Al 75’ fuori Politano in preda ai campi e dentro Candreva. Al 78’ esce Laurini ed entra Dabo. All’83 Muriel dal limite dell’area la svirgola ampiamente fuori. All’85 Chiesa la mette di poco oltre il palo con un tiro a giro dal limite sinistro dell’area dell’Inter. All’89’ Valero rileva Nainggolan, poco prima Brozovic era stato ammonito. Recupero record di 7’. Al 95’ rigore per la Fiorentina, assegnato con la Var dopo lunga attesa e molto dubbio in quanto D’Ambrosio sembra prenderla con il petto. Veretout dal dischetto e pareggio della Fiorentina quando il cronometro segna il 101’.  


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...