FIORENTINA-MILAN 0-1: VITTORIA DI TESTA

253

Al Franchi decide  un colpo di testa di Calhanoglu che blinda un posto in Europa League e permette ai rossoneri di continuare a sperare per la Champions. Ottima prestazione degli uomini di Gattuso ispirati dal ritrovato duo Suso-Calhanoglu.

LE FORMAZIONI

Senza lo squalificato Paquetà, Gattuso arretra Calhanoglu nei tre di centrocampo e conferma l’ottimo Borini nel tridente offensivo. In difesa trova ancora spazio Abate e rientra capitan Romagnoli.

FIORENTINA: 4-3-3: Lafont; Laurini(68′ Gerson), Milenkovic, Hugo, Biraghi; Benassi, Edmilson, Dabo; Chiesa, Muriel, Mirallas.

MILAN: 4-3-3: Donnarumma; Abate, Musacchio, Romagnoli, Rodriguez; KessiéBakayoko, Calhanoglu; Suso(80′ Castillejo), Piatek(73′ Cutrone), Borini.

LA CRONACA

Buon avvio di gara dei padroni di casa che provano a rendersi pericolosi con un’iniziativa personale di Muriel, alla quale si oppone un pronto Donnarumma che devia la conclusione in angolo. Al 21′ occasione nitida per il Milan: dopo gli sviluppi di un corner, Musacchio mette in mezzo un rasoterra arretrato per Suso che, indisturbato, tira incredibilmente addosso a Lafont. Al 23′ altra ottima azione dei rossoneri: splendido uno-due tra Suso e Calhanoglu che libera alla conclusione il turco, ma Lafont sembra essere in serata e con un intervento plastico devia in corner. Al 35′ il Milan passa meritatamente in vantaggio: dalla destra, Suso mette in mezzo un interessante cross per Calhanoglu che, di testa, insacca il pallone sul secondo palo. La Fiorentina non riesce a organizzare una manovra d’attacco degna di nota e la prima frazione di gioco termina sul risultato di 0-1.

La ripresa inizia con gli stessi ventidue del primo tempo. Al 51′ potente conclusione dalla distanza da parte di Chiesa che termina di un soffio sopra la traversa. Tre minuti più tardi, splendida imbucata centrale di Chiesa per Mirallas che, dopo essersi liberato di Rodriguez, spreca una grossa opportunità grazie anche ad un ottimo intervento di Donnarumma. Al 63′ Fiorentina ancora pericolosa: dalla destra, Laurini mette in mezzo un cross insidioso che Kessié devia accidentalmente verso la propria porta, ma gli strepitosi riflessi di Donnarumma salvano il risultato. Al 73′ Cutrone entra al posto di Piatek. Al 75′ Chiesa, dal limite, fa partire una tiro violento che Donnarumma respinge come può; sulla ribattuta, Romagnoli è il più lesto e con un intervento provvidenziale nega il tap-in vincente all’attaccante avversario. Al 79′ il Milan spreca un’ottima chance in contropiede: Borini serve Cutrone che chiude l’azione con un preciso diagonale che sfiora il palo. Nel finale i viola tentano il tutto per tutto, ma i rossoneri si difendono bene e non rischiano nulla, riuscendo a portare a casa tre punti importantissimi.

DUO RITROVATO

È proprio il caso di dire “Bentornati!”. A Firenze il Milan ha la certezza di aver ritrovato i suoi fantasisti. Dopo la buona prestazione casalinga col Bologna, Suso e Cahanoglu confermano il loro ottimo momento di forma confezionando l’azione del vantaggio milanista. Entrambi i rossoneri si sono resi protagonisti di una prova con la P maiuscola entrando nella maggior parte delle azioni e fornendo delle ottime giocate individuali.

1/3

Vittoria che permette ai rossoneri di continuare ad alimentare le speranze per la qualificazione ad un posto in Champions League. Superata la gara più insidiosa del rush finale che il calendario proponeva, la squadra di Gattuso affronterà nelle restanti due gare il Frosinone a San Siro e la Spal in trasferta a Ferrara. Il raggiungimento dell’obiettivo non dipende interamente dai rossoneri: la squadra di Milanello dovrà sperare in un passo falso di Atalanta o Inter e cercare di fare bottino pieno nelle ultime due per non avere ulteriori rimpianti

Domenica, alle 18:00, a San Siro, i rossoneri affronteranno il Frosinone, già retrocesso in Serie B, per l’ultima gara casalinga della stagione.

#ANewMilan.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...