EUROPA LIGUE: ARSENAL – MILAN 3 A 1. MILAN GRINTA E CUORE NON BASTANO

159

EUROPA LIGUE: MILAN GRINTA E CUORE NON BASTANO
A LONDRA VINCE L’ARSENAL 3 – 1

Che fosse un’impresa difficilissima ribaltare lo 0-2 subito in casa una settimana fa si sapeva, eppure il risultato visto così non rende perfettamente quello che si è visto in campo, per più di un’ora il Milan ha giocato bene mettendo in difficoltà l’Arsenal annusando la possibilità di rimonta e di passaggio del turno, portandosi prima in vantaggio con un bolide di Calhanoglu e poi continuando a giocare bene dopo essersi fatto pareggiare da Welbeck, su calcio di rigore obiettivamente inesistente, per poi crollare definitavemente nel finale complice anche l’errore di Donnarumma sul 2-1 che fin li stava parando di tutto.
Gattuso a trazione anteriore per cercare l’impresa schiera due punte, Cutrone e André Silva, il portoghese già dopo quaranta secondi è pericoloso, ma nei primi venti minuti il Milan ha faticato a trovare spazi, poi le cose sono cambiate, certo Donnarumma ha tenuto in piedi la squadra più di una volta però il gioco si vedeva e si cercavano con insistenza le due punte, al 35′ ecco il bolide di Calhanoglu che da entusiasmo ai rossoneri, entusiasmo che viene meno quando l’Arsenal pareggia al 39′ su rigore come detto gentilmente concesso dall’arbitro. Nel secondo tempo la partita la chiudono Xakha al 71′ su erroraccio di Donnarumma e poi definitamente Welbeck a pochi minuti dalla fine quando il Milan ormai era con la testa negli spogliatoi. L’Arsenal ha fatto valere le sue proprietà di palleggio dopo essere passata in vantaggio ma è il Milan la squadra che si è trasformata di più tra andata e ritorno, alla fine passa quella con più esperienza e ci sta, Gattuso ha però degli ottimi spunti per il proseguimento della stagione, e l’anno prossimo in Europa chissà che non ci si possa rifare.

Articolo di Federico Perricone

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...