Daniele Scardina: “Ilias Achergui è un ottimo pugile e merita rispetto. Sono pronto a batterlo il 25 ottobre”

253

Venerdì 25 ottobre, all’Allianz Cloud (ex Palalido) di Milano, il campione internazionale IBF dei pesi supermedi Daniele Scardina difenderà il titolo contro il belga Ilias Achergui sulla distanza delle 10 riprese. Sarà la seconda difesa per Scardina che ha vinto il titolo contro il finlandese Henri Kekalainen al Superstudio Più di Milano (lo scorso 8 marzo) e lo ha difeso all’Allianz Cloud contro Alessandro Goddi (il 28 giugno). La manifestazione è organizzata dalla Opi Since 82, da Matchroom Boxing Italy e dal servizio streaming DAZN che la trasmetterà in diretta. I biglietti costano 55 Euro per il bordo ring, 25 Euro per la tribuna centrale, 20 Euro per la tribuna laterale (i posti sono numerati) e sono in vendita su TicketOne.it e presso l’Opi Gym in Corso di Porta Romana 116/A a Milano. Si prevede il tutto esaurito considerata anche la popolarità di Daniele Scardina che a Milano e provincia ha un gran numero di sostenitori tra i quali alcuni volti noti del mondo dello spettacolo che sono sempre presenti quando combatte e lo saranno anche il 25 ottobre nell’impianto di Piazzale Stuparich. Quindi, affrettatevi a comprare il biglietto.

Nato a Rozzano, alle porte di Milano, il 2 aprile 1992, professionista dal settembre 2015, residente a Miami Beach, in Florida, USA, Daniele ha combattuto in Italia (6 volte), Repubblica Dominicana (7 volte), Stati Uniti (3 volte), e Haiti ottenendo 17 vittorie consecutive, 14 prima del limite. Il 26enne Ilias Achergui non sarà un avversario facile: professionista dall’aprile 2015, ha disputato 18 incontri con un bilancio di 13 vittorie (6 prima del limite), 4 sconfitte e 1 pari. E’ diventato campione del Belgio dei pesi supermedi e dei pesi mediomassimi. Anche lui ha una vittoria ai punti sul finlandese Henri Kekalainen: il 26 settembre 2015, in Belgio, lo ha battuto per il titolo giovanile dei pesi medi WBC.

Daniele, da quando ti stai allenando per affrontare Ilias Achergui?

“Da metà agosto. Non sapevo che sarebbe stato lui il mio avversario, ma sapevo che avrei dovuto combattere a fine ottobre. Vivo a Miami Beach, ma ho passato l’estate in Italia. Mi sono allenato da solo curando la preparazione atletica. Non ho scambiato pugni sul ring. Non ho nemmeno frequentato una palestra. Ho corso e fatto esercizi. Sono rimasto in Italia anche perché il mio allenatore Dino Spencer si sposava il 31 agosto a Corleone, in Sicilia, da cui proviene la sua famiglia, e non potevo mancare.”

Come giudichi Ilias Achergui?

“Ho visto le immagini di alcuni suoi incontri su internet e posso dire che è un buon pugile, che merita rispetto. Inoltre, ha vinto il titolo nazionale due volte e quindi è abituato a combattere per un titolo ed a vincerlo. Sarà un buon avversario.”

Alla 5th Street Gym di Miami Beach hai sempre avuto degli sparring partner di qualità. Anche ora ti stai allenando con dei campioni affermati?

“Finora mi sono allenato con dei russi che si sono rivelati molto forti. Tra poco dovrebbero arrivare due campioni del mondo: il peso supermedio Andre Dirrell e l’imbattuto peso medio Demetrius Andrade che ha vinto il titolo anche nei pesi superwelter. Mi sono già allenato con Demetrius ed a sentire il mio allenatore me la sono cavata molto bene.”

Questo sarà il tuo terzo combattimento dell’anno in Italia. Pensi di tornare a vivere qui nel prossimo futuro?

“No, ormai la mia casa è a Miami Beach. L’Italia mi manca, ma da quando ho firmato con l’Opi Since 82 vengo qui ogni tre-quattro mesi per combattere. Dopo i combattimenti rimango alcuni giorni o settimane per stare con la mia famiglia. Non ho mai perso il contatto con l’Italia e questo mi rende tutto più facile.”

In caso di vittoria il 25 ottobre continuerai a difendere il titolo internazionale IBF oppure seguirai altre strade verso il mondiale, tipo il titolo europeo?

“Non ne ho ancora parlato con l’Opi Since 82, ma sanno che il mio obiettivo è diventare campione del mondo. Tutte le strade che mi portano verso questo obiettivo sono percorribili. Per il momento, il mio obiettivo più importante è confermarmi campione internazionale IBF battendo Ilias Achergui e sono concentrato su questo.”

La manifestazione offrirà al pubblico un altro grande match con un titolo in palio: il campione d’Europa dei pesi leggeri Francesco Patera (22-3 con 8 KO) affronterà il campione d’Italia Domenico Valentino (8-0 con 1 KO) sulla distanza delle dodici riprese. Lo scorso 28 giugno, a Milano, Francesco Patera ha entusiasmato pubblico, addetti ai lavori e giornalisti con una grande prestazione contro Paul Hyland Jr: la superiorità di Patera ha convinto l’arbitro a dichiarare il knock out tecnico al sesto round. Il 25 ottobre ci si aspetta un’altra grande, spettacolare, battaglia visto che Domenico Valentino è molto più esperto di quanto si deduca dal suo record professionistico: è stato uno dei più forti dilettanti degli ultimi anni vincendo il titolo mondiale nel 2009 al Forum di Assago.

Il programma del 25 ottobre comprende altri cinque combattimenti: l’imbattuto artista del knock out Maxim Prodan (17-0 e 1 pari con 14 KO) sfiderà il gallese Tony Dixon (12-2 con 3 KO) per il titolo internazionale IBF dei pesi welter. Il peso supermedio Ivan Zucco (9-0 con 8 KO) se la vedrà con il moldavo Vadim Gurau (6-5) che lo scorso marzo ha battuto a sorpresa Alessandro Goddi. Sarà un buon test per Ivan Zucco.

Infine, saliranno sul ring il peso medio milanese Riccardo Merafina (6-0 con 3 KO), i pesi superwelter Nicholas Esposito (10-0 con 5 KO) e Samuel Nmomah (11-0 con 3 KO). I nomi dei loro avversari saranno annunciati nei prossimi giorni.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...