Serie A, 9ª giornata di campionato

La nona giornata di campionato si apre sabato alle 15 con l’anticipo tra Sassuolo e Inter e si chiude lunedì con lo scontro tra Fiorentina e Lazio.

Serie A, 9ª giornata di campionato.

Sassuolo-Inter 1-2: l’Inter torna a vincere in campionato e lo fa al Mapei Stadium di Reggio Emilia. I nerazzurri passano in vantaggio al quarantaseiesimo minuto con Dzeko che approfitta della spizzata di Dumfries sul calcio d’angolo di Chalanoglu e, con un tocco di fino di punta, insacca. Il Sassuolo non demorde e al sessantesimo la pareggia con Frattesi che sfrutta un traversone dalla sinistra di Rogerio e, inserendosi tra Bastoni e Dimarco, infila Onana di piatto. I nerazzurri segnano il gol della vittoria al settantacinquesimo con Dzeko, autore di una doppietta, che segna di testa sul cross di Mkhitaryan. L’inter sale a quota 15, mentre i neroverdi rimangono a 12 punti.

Bologna-Sampdoria 1-1: la sfida tra i due ex giocatori dell’Inter, autori del triplete nel 2010, Thiago Motta e Dejan Stankovic termina in parità. Il Bologna passa in vantaggio al trentaduesimo con Nicolas Dominguez che approfitta di una respinta del portiere della Sampdoria sul tiro di Aebischer per segnare calciando di controbalzo sul secondo palo. I blucerchiati la pareggiano al settantaduesimo con Duricic che approfitta del tiro-cross di Leris per insaccare di testa.

Torino-Empoli 1-1: allo stadio Filadelfia i granata pareggiano contro la squadra di Zanetti. I toscani passano in vantaggio al quarantanovesimo con un eurogol di Mattia Destro che addomestica di petto il cross di Ebuehi e gira in porta in rovesciata. Il Torino la pareggia al novantesimo con Lukic: cross basso di Karamoh sul quale si avventa Vicario, ma il pallone resta lì, Luperto prova a spazzare ma il pallone carambola su Lukic e va in porta.

Salernitana-Verona 2-1: la Salernitana vince contro la squadra di Cioffi all’ultimo respiro. I padroni di casa passano in vantaggio al diciottesimo con Piatek che raccoglie il lancio di Sepe, fa uno-due con Bonazzoli e tutto solo davanti a Montipò non sbaglia. Il Verona pareggia al cinquantaseiesimo con Depaoli che deposita in rete il cross di Doig. Al novantaquattresimo minuto Dia regala i tre punti alla squadra di Nicola accogliendo con decisone la sponda di Botheim, si sposta la palla sul mancino e calcia a giro sul palo lontano trovando un gran gol.

Udinese-Atalanta 2-2: alla Dacia Arena la squadra di Sottil rimonta l’Atalanta in vantaggio di due gol. La Dea passa in vantaggio al trentaseiesimo con Lookman che spinge in rete l’invenzione di Muriel. Al cinquantaseiesimo proprio Muriel trasforma il rigore del momentaneo 2-0. Al minuto sessantasette l’Udinese accorcia le distanze con Deulofeu che segna un gran gol su punizione da 28 metri con la palla che passa tra il secondo e il terzo uomo in barriera e si insacca a fil di palo. La squadra di casa pareggia al settantottesimo con Nehuén Pérez che spedisce in porta il cross di Pereyra. L’Atalanta sale seconda a 21 punti, mentre l’Udinese è terzo a 20 punti.

Monza-Spezia 2-0: la squadra di Palladino vince ancora. Al trentaduesimo va in vantaggio con Carlos Augusto: Sensi recupera palla a metà campo, Caprari alimenta l’azione, assist di Pessina per il 30 che di sinistro trafigge Dragowski. Il Monza la chiude al sessantatreesimo con Pablo Marì che segna di sinistro deviando in porta il corner di Barberis.

Cremonese-Napoli 1-4: il Napoli di Spalletti non si ferma più. Gli azzurri passano in vantaggio al ventiseiesimo con Politano che trasforma il calcio di rigore spiazzando Radu. La squadra di Alvini pareggia al quarantasettesimo con Dessers che raccoglie il tiro dalla distanza di Ascacibar e infila Meret. Il Napoli torna in vantaggio al settantaseiesimo con Simeone che schiaccia di testa in porta il traversone di Mario Rui. Al novantatreesimo i ragazzi di Spalletti segnano con Lozano che accomoda in rete l’assist di Kvaratskhelia partito in velocità. Al novantacinquesimo la chiude il neoentrato Olivera che sbuca tra le linee sul cross morbido di Di Lorenzo e di testa trafigge Radu per il definitivo 1-4. Napoli primo solitario a 23 punti.

Roma-Lecce 2-1: la Roma vince ancora e stavolta lo fa contro la squadra pugliese. I giallorossi passano in vantaggio al sesto minuto con Smalling che di testa insacca sul cross preciso di Pellegrini. La squadra di Baroni non molla e al trentanovesimo trova il gol del pareggio con Strefezza che sfrutta il rimpallo favorevole dopo il corner sul tocco di Umtiti. Al quarantottesimo Dybala trasforma un calcio di rigore pe il definitivo 2-1 della squadra di José Mourinho.

Fiorentina-Lazio 0-4: la Lazio vince la quarta partita di fila. I biancocelesti passano in vantaggio all’undicesimo grazie al gol di Matias Vecino che sfrutta la pennellata di Zaccagni dal corner e impatta di testa sul primo palo trovando la rete. La squadra di Sarri raddoppia al venticinquesimo: cross al bacio di Milinkovic-Savic, al sesto assist stagionale, che trova l’inserimento dell’ala laziale pronta a spingere in rete di testa. Il terzo gol arriva all’ottantacinquesimo con Luis Alberto che, servito da Immobile, non sbaglia calciando di potenza. La Lazio chiude la partita al novantunesimo con Immobile che sfrutta l’assist di tacco di Milinkovic-Savic e chiude in rete con il destro. I biancocelesti salgono al terzo posto a 20 punti pari merito con l’Udinese, mentre la Fiorentina rimane a 9 punti.

Serie A, 9ª giornata di campionato

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...