Champions League, Milan-Salisburgo 4-0

L’ultima giornata del gruppo E di Champions League è decisiva per il passaggio del turno. A lottare sono i rossoneri e la squadra austriaca in una partita che si preannuncia ricca di emozioni. Il Milan vince 4-0 con la doppietta di Giroud, il gol di Krunic e Messias e passa il turno qualificandosi agli ottavi.

Champions League, Milan-Salisburgo 4-0.

A San Siro il Milan si gioca il passaggio del turno e, spinto dal suo pubblico, è pronto a dare spettacolo. I rossoneri si schierano il primo tempo con il solito 4-2-3-1 con Kjaer in difesa e Krunic sulla trequarti al posto di Brahim Diaz con Rebic. Il Salisburgo si schiera con il 4-4-2 a rombo con Adamu e il bomber Okafor tandem d’attacco. La prima occasione è per il Milan che al terzo minuto colpisce il palo con Theo Hernandez dopo una ripartenza fulminea. Al decimo minuto risponde il Salisburgo. Recupero palla di Okafor sulla trequarti, palla in orizzontale per Kjaerrgaard che calcia ma trova Kalulu che si immola. Al tredicesimo minuto passa in vantaggio il Milan con Giroud che sfrutta il calcio d’angolo di Tonali per insaccare schiacciando il pallone di testa dopo essere saltato più in alto di tutti. Al sedicesimo minuto il Salisburgo ha l’occasione di pareggiare: palla al centro per Adamu che controlla, si gira e calcia, ma il tiro è troppo centrale e facile per Tatarusanu. Al venticinquesimo minuto la squadra di Pioli raddoppia con un altro gol di Giroud che approfitta della respinta goffa di Koehn sul tiro di Hernandez, ma il francese viene colto in off-side e il gol viene annullato. Il Salisburgo ci prova e tenta il pareggio, ma il Milan resiste grazie anche alle parate del portiere dei rossoneri. Al trentanovesimo il Milan va vicino al raddoppio con le proverbiali accelerazioni di Leao che però viene murato davanti al portiere degli austriaci. Al quarantacinquesimo il Salisburgo ha l’occasione di pareggiare con Adamu che riceve il cross basso da Kjaergaard, ma Tatarusanu esce bene e salva il risultato. Il primo tempo si conclude così sul risultato di 1-0 per il Milan nonostante un po’ di sofferenza dovuta alla tensione e alla voglia di passare il girone.

Il secondo tempo inizia con il Salisburgo che opera il primo cambio facendo entrare Bernardo per l’acciaccato Solet. Il Milan parte fortissimo e dopo quarantacinque secondi raddoppia. Rebic crossa dalla destra, Giroud fa la sponda di testa per Krunic che si inserisce e di testa buca Koehn. I rossoneri dopo il secondo gol sono più sciolti e al cinquantasettesimo minuto trovano il 3-0 con Giroud: Leao parte dalla sinistra, si accentra, va sulla destra e mette in mezzo un pallone insidioso, la difesa del Salisburgo pasticcia e Giroud si ritrova il pallone fra i piedi e non sbaglia. Al sessantacinquesimo Leao colpisce la traversa dopo un bel passaggio di Theo Hernandez. Il Milan è in controllo totale del partita, mentre il Salisburgo è crollato totalmente. Gli austriaci ci provano al sessantasettesimo con l’incursione di Dedic, ma il suo tiro finisce alto. Sucic ci prova al settantottesimo con un tiro dal limite dell’area ma la palla finisce fuori. Al novantesimo la squadra di Pioli chiude la partita sul 4-0 con il gol di Messias che si accentra dalla destra e con il mancino a giro sul secondo palo mette il pallone in rete.

Il Milan vince e convince per 4-0 e si prende meritatamente la qualificazione agli ottavi di Champions League, dopo 8 anni, raggiungendo l’Inter e il Napoli. Lunedì dalle 12:00 ci saranno i sorteggi.

Champions League, Milan-Salisburgo 4-0

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...