fbpx

Champions League, 3^ giornata: l’Inter vince ancora e domina il girone, il Napoli supera l’Union con il minimo sforzo

Con questa vittoria, l’Inter vola a 7 punti nel girone, appaiata alla Real Sociedad. Il Napoli sale al secondo posto del Gruppo C con 6 punti

Champions League, 3^ giornata: l’Inter vince ancora e domina il girone, il Napoli supera l’Union con il minimo sforzo.

Inter-Salisburgo (2-1)

Le scelte di Inzaghi: in attacco il tandem Lautaro-Sanchez, con Thuram che parte dalla panchina. Carlos Augusto schierato a sinistra, De Vrij al centro della difesa e Frattesi preferito a Barella. Struber risponde con Simic punta centrale, Gloukh a supporto. Vista l’indisponibilità di Terzic, a sinistra c’è Ulmer. Solet e Pavlovic i centrali difensivi. Konaté parte dalla panchina. I nerazzurri non vincono i primi due match casalinghi in una singola edizione di Champions da 12 anni.

Il Salisburgo spaventa l’Inter al 4′, con Sommer che salva su Gloukh. Al 19′ Sanchez sblocca il risultato. Il cileno in gol dopo un cross di Mkhitaryan deviato da Frattesi. La prima frazione di gara vede la squadra di Inzaghi in controllo. Al 57’ arriva però la rete del momentaneo pareggio di Gloukh. Simic gestisce il pallone, Kjaergaard serve Gloukh: il numero 30 sgancia un destro che non lascia scampo all’estremo difensore svizzero.

Dopo pochi minuti, viene assegnato un calcio di rigore all’Inter. Contrasto in area tra Frattesi e Gourna-Douath: l’arbitro indica il dischetto. Calcio di rigore trasformato con freddezza da Calhanoglu, spiazzato Schlager. Al minuto 81 Lautaro Martinez insacca su assist di Frattesi, ma la rete viene annullata dopo il check del Var, per una posizione irregolare del centrocampista nerazzurro.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Con questa vittoria, l’Inter vola a 7 punti nel girone, appaiata alla Real Sociedad.

inter

Union Berlino-Napoli (0-1)

Dopo una sosta nazionali caratterizzata dalle voci di esonero del mister Garcia, il Napoli ha saputo reagire da grande squadra vincendo contro il Verona. L’Union di Bonucci, invece, è incappato in un avvio di stagione a dir poco disastroso, incapace di risalire dalla zona retrocessione della classifica di Bundesliga con soli 6 punti in otto gare. Garcia, sempre senza Osimhen e Anguissa, conferma l’11 titolare sceso in campo sabato in campionato. Fischer, rispetto alla sconfitta con lo Stoccarda, affida a Trimmel e Gosens le fasce laterali. Davanti non ci sono Behrens e Volland ma Becker e Fofana. Panchina per Bonucci.

Lo 0-0 all’intervallo è la conferma di un primo tempo con pochissime emozioni sottoporta. Le uniche occasioni pericolose capitano ai padroni di casa. Il Napoli gestisce il possesso palla, senza mai impensierire i tedeschi. Al 30′ annullata una rete ad Haberer per un fuorigioco netto di Fofana. Squadra di Garcia un po’ lenta nello sviluppo della manovra.

Il gol che sblocca e decide il match arriva al 65’, rete di Raspadori. Kvaratskhelia dribbla Trimmel sul lato corto dell’area di rigore, tiene la palla in campo e serve Raspadori che fredda il portiere avversario col mancino dal limite dell’area piccola. Il Napoli colpisce alla prima vera occasione creata. L’Union non riesce a reagire e incassa la nona sconfitta consecutiva, che potrebbe costare la panchina al tecnico Fischer.

Grazie alla contemporanea vittoria del Real sul Braga, il Napoli sale al secondo posto del Gruppo C con 6 punti, a tre lunghezze dagli uomini di Ancelotti, primi a punteggio pieno.

napoli

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×