ATALANTA-MILAN 5-0: MANITA SHOW DELLA DEA

Al Gewiss Stadium di Bergamo i rossoneri chiudono il 2019 con una pesantissima sconfitta ai danni di una splendida Atalanta grazie alle reti di Gomez, Pašalić, Iličić (doppietta) e Muriel. Dopo quattro risultati utili consecutivi, il Milan cade malamente, senza mai entrare in partita.

LE FORMAZIONI

ATALANTA: 3-4-2-1: Gollini; Toloi, Djimsiti, Palomino; Castagne, de Roon, Pasalic, Gosens(88′ Hateboer); Malinovsky, Gomez(88′ Freuler); Ilicic(80′ Muriel).

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

MILAN: 4-3-3: Donnarumma; Conti, Musacchio, Romagnoli, R.Rodriguez(46′ Calabria); Kessié, Bennacer, Bonaventura(65′ Piatek); Suso(85′ Castillejo), Calhanoglu, Leao.

LA CRONACA

Per la trasferta bergamasca, Pioli deve fare a meno degli squalificati T.Hernandez e Paquetà. Il tecnico rossonero sceglie dal 1′ Leao al centro dell’attacco spedendo momentaneamente in panchina Piatek. Partono subito forte i padroni di casa, che dopo appena 40 secondi, si rendono pericolosi con un insidioso destro a giro dalla distanza di Ilicic che impegna Donnarumma ad una parata plastica. Al 10′ l’Atalanta passa in vantaggio: splendida azione personale di Gomez, che da posizione defilata, si mette in proprio e, dopo aver saltato facilmente Conti in area di rigore, piazza il pallone sotto la traversa alle spalle di un incolpevole Donnarumma. Gli uomini di Gasperini sono in netto controllo della partita e al 14′ vanno vicini addirittura al raddoppio: dal limite dell’area di rigore, Pasalic lascia partire un destro che scheggia la parte alta della traversa per poi spegnersi sul fondo.  Il primo lampo della partita del Milan arriva al 26′: conclusione potente dai 25 metri di R.Rodriguez che termina di poco fuori dalla porta difesa da Gollini. Al 40′ si rinnova il duello Ilicic-Donnarumma: lo sloveno impensierisce con un insidioso sinistro a giro che il portiere rossonero respinge in bello stile. La prima frazione di gioco termina coi padroni di casa in vantaggio per 1-0.

Al rientro dagli spogliatoi, Pioli manda in campo Calabria al posto dell’infortunato R.Rodriguez. La ripresa inizia con lo stesso piglio del primo tempo: al 49′ il Milan si fa cogliere di sorpresa da una rimessa laterale offensiva. Dalla sinistra Gosens mette in mezzo un traversone sul secondo palo per Castagne che conclude con una destro al volo sbilenco non trovando lo specchio della porta. Al 60′ l’Atalanta trova il meritato raddoppio: dalla sinistra, ancora Gosens, si accentra sul destro e fa partire un insidioso tiro-cross deviato in maniera provvidenziale da Pasalic per il classico gol dell’ex. I rossoneri, provati fisicamente e psicologicamente dalla supremazia bergamasca, scompaiono dal terreno di gioco e al 63′ arriva il terzo gol della giornata: rapida ripartenza atalantina nella metà campo avversaria con Pasalic che imbecca centralmente Ilicic. Lo  sloveno, con una serie di finte, manda al bar Calabria e insacca il pallone alle spalle di Donnarumma. Al 72′ l’Atalanta cala il poker: splendido il sinistro a giro che si spegne nel sette per la doppietta personale di uno straordinario Ilicic.  All’ 81′ i padroni di casa vanno addirittura vicini al quinto gol ma un tempestivo intervento di Donnarumma sulla linea di porta evita a Castagne la gioia del gol. Ma due minuti più tardi, il portiere rossonero si rende protagonista di un’ indecisione sulla propria trequarti propiziando il quinto gol atalantino della giornata da parte del subentrato Muriel. Il colombiano deposita a porta sguarnita il gol del definitivo 5-0. La Penna dice che può bastare così: una sconfitta senz’appello che chiude nel modo peggiore il 2019 rossonero.

#ACMilan.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...