Emilia-Romagna, cinema: investimenti per 1,4 milioni di euro con Diabolik e Alessandro Siani

L’assessore Felicori: “Fondamentale la nostra capacità di accogliere e supportare le produzioni"

Emilia-Romagna, cinema: investimenti per 1,4 milioni di euro con Diabolik e Alessandro Siani.

Il terzo film su Diabolik dei Manetti bros, “La conversione” di Marco Bellocchio, il nuovo film di Alessandro Siani “Tramite Amicizia”, Vito Palmieri con la sua opera seconda, fino al documentario di Alessandro Rossi, Michele Mellara e Gianfranco Cabiddu sul festival Time in Jazz di Berchidda.

Sono 21 i progetti cinematografici e audiovisivi che sono stati selezionati e che verranno finanziati nel 2022 dalla Regione, a seguito di due bandi di sostegno alla produzione cinematografica e audiovisiva, dedicati a imprese regionali, nazionali e internazionali.

La conferenza stampa

I contenuti dei progetti finanziati con la prima sessione 2022 sono stati presentati questa mattina in una conferenza stampa in Regione dall’assessore regionale alla Cultura, Mauro Felicori e dal responsabile della Emilia-Romagna Film Commission, Fabio Abagnato.

“La vera novità del bando di quest’anno, è la sezione riservata a progetti di assoluto rilievo per la valorizzazione della cultura cinematografica, con requisiti di qualità e di impatto economico nel settore. E il film di Marco Bellocchio ha ottenuto il finanziamento proprio in questa sezione- ha detto Felicori”.

“Fondamentale è la nostra capacità di accogliere e supportare le produzioni . continua Felicori -, farle dialogare con il territorio, fare conoscere i nostri luoghi, le nostre imprese e i professionisti, ma soprattutto l’efficacia dei nostri bandi, che abbiamo cercato di rendere sempre più adeguati alle continue sollecitazioni del settore”.

Lo sviluppo del sistema regionale del cinema

“Tempi certi di istruttorie e assegnazione, oltre che di semplificazione procedure per anticipi e saldi garantiscono la programmazione finanziaria delle produzioni- ha spiegato ’assessore- e il resto lo fa la nostra regione, con i suoi territori ricchi di opzioni per l’ambiente narrativo e l’efficienza e generosità di enti locali e comunità diffuse. Il 2021- ha sottolineato l’assessore – si è chiuso con quasi 3 milioni di contributi per circa 12 milioni di impatto sul territorio e quasi 60 milioni di valore di prodotto”.

E la scelta della Giunta di accompagnare con risorse e bandi lo sviluppo del sistema regionale del cinema e la professionalizzazione di chi lavora nel settore ripaga lo sforzo: nel prossimo autunno su otto titoli di punta di Rai Cinema, tre sono stati sostenuti dal nostro fondo regionale.

E nel 2021 i progetti sostenuti dalla Regione hanno ricevuto due Nastri d’Argento per i documentari, undici candidature ai David per Diabolik, una per Atlantide e altre opere sostenute dai bandi regionali sono state selezionate per i festival di Berlino, Bari, Taormina, Locarno e Venezia.

I bandi

Per quanto riguarda il bando riservato alle imprese regionali saranno sostenuti 9 progetti (a fronte di 27 richieste) con 416 mila euro complessivi: 4 documentari, 1 opera cinematografica, 1 opera televisiva e 3 cortometraggi.

Nell’ambito invece del bando di sostegno alla produzione cinematografica di case di produzione nazionali e internazionali saranno invece finanziati con quasi un milione di euro (998.525 euro)  12 progetti (su 39 presentati): undici progetti per la sezione B, 5 opere cinematografiche, 6 documentari e un progetto nella sezione A.

Quest’ultima finanzia progetti di assoluto rilievo per la valorizzazione della cultura cinematografica, ed è stata selezionata l’opera intitolata “La conversione”, prodotta da Kavac Film e diretta da Marco Bellocchio.

Queste opere dovevano avere costi complessivi di produzione pari o superiori ai 4 milioni di euro, spese ammissibili sul territorio regionale pari o superiori a un milione di euro e ambientazione storica o geografica, con riferimenti narrativi o biografici in Emilia-Romagna.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...