Lecco, piazza Cermenati ospita un’opera collettiva per dare voce a tante singole voci

Lecco, il Giglio di Pescarenico lancia il progetto “Ampio Respiro”, che intende “dare voce alle tante voci singole”, per costruire una narrazione collettiva. Con questa iniziativa il Comune di Lecco invita infatti cittadini e associazioni a prendere parte a un’installazione artistica condivisa, pensata per non dimenticare chi ha lottato, chi resiste e chi ha ancora bisogno di sentire l’abbraccio di un’intera città.

“Ampio Respiro” si concretizza con il posizionamento in piazza Cermenati di una Lucia messa a disposizione dall’associazione Imbarcazioni storiche del Lario e laghi minori, quale punto di partenza e base per un’installazione più complessa.

Come in un ampio respiro e come accade con le preghiere tibetane, nastri colorati ancorati all’imbarcazione vibreranno nell’aria con pensieri, ricordi, emozioni e nomi di chi non c’è più, sia per ricordare, sia lasciare andare: i fili tesi rappresentano il contatto e la relazione con il conosciuto, con le proprie radici, mentre i nastri colorati che vibrano nell’aria muovono pensieri, ricordi, emozioni e vissuti, che consentono alle persone di confrontarsi con la propria relatività.

L’iniziativa, promossa dal Giglio, nasce infatti dal desiderio di condividere e ricordare ciò che l’emergenza coronavirus ha scatenato in ciascuno di noi, partendo dai pensieri raccolti attraverso i contatti telefonici mantenuti con molti over 60 di Lecco.

Anche il materiale con il quale sarà allestita l’imbarcazione è frutto del lavoro collettivo delle persone che hanno risposto in questa ultima fase alla chiamata del Giglio: anziani, individui e associazioni, realtà differenti che rendono ancor più variegata quest’opera. L’installazione sarà infine in perenne movimento e crescita, grazie ai contributi di tutti coloro i quali vorranno farne parte.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...