Pesaro, ”RI-Pensare insieme ai bambini”: in 1000 al convegno

22esima edizione dell'appuntamento

Pesaro, ”RI-Pensare insieme ai bambini”: in 1000 al convegno.

Più di 700 maestri e docenti presenti, quasi 300 partecipanti collegati, 14 appuntamenti dedicati svolti durante una tre giorni che ha previsto anche una mostra tematica e visite ai luoghi della formazione, delle esperienze e della quotidianità dei servizi educativi 0-6 anni del Comune. I numeri del Convegno nazionale nazionale “RI-PENSARE insieme ai bambini e alle bambine nell’incertezza della nostra epoca – Educare alla complessità” raccontano la riuscita della XXII edizione dell’appuntamento organizzato dall’assessorato alla Crescita in collaborazione con il Gruppo Nazionale Nidi e Infanzia che si è concluso ieri.

«Un’occasione di scambio di buone pratiche per il corpo insegnanti del territorio e non solo, che siamo riusciti a riportare a Pesaro dopo più di 14 anni – sottolinea Camilla Murgia, assessora alla Crescita e alla Gentilezza -. Per tre giorni la città è diventata la capitale dell’educazione e della formazione italiana e ha ospitato professionisti da tutto il mondo, esperti e interventi utili per analizzare la complessità dell’attuale situazione di incertezza a cui sono esposti le bambine e i bambini».

Tra i relatori, Miguel Benasayag, filosofo e psicanalista, Jan Peeters Senior, dell’Università di Ghent, Raffaele Mantegazza, professore di pedagogia interculturale, Elisa Dal Molin, di Famiglie Arcobaleno Emilia Romagna che ha posto l’attenzione sulla necessità di sbloccare la burocrazia che ostacola l’inclusione delle famiglie arcobaleno, uno dei temi del tavolo di lavoro dedicato agli stereotipi di genere, tra i 4 che si sono svolti il sabato mattina tra la chiesa dell’Annunziata, il Salone Metaurense, palazzo Gradari e il Teatro Sperimentale. E dai quali è emersa: «Una grande voglia di ripartire, e di farlo dalla scuola seguendo la via tracciata dalle nuove linee di indirizzo emanate dal Governo per il mondo dei servizi educativi 0-6 anni».

Per Murgia, il Convegno è stata: «Un’insostituibile occasione di confronto sia per nostri docenti (400 quelli presenti per il territorio comunale), sia per i visitatori e i convegnisti chiamati a dialogare sulle sfide che interesserà l’attività educativa nei nostri prossimi anni». Tra gli appuntamenti di “Educare alla complessità”, anche la visita alle strutture comunali pesaresi: «Le maestre hanno accompagnato i visitatori in 3 scuole dell’infanzia e in 2 nidi comunali per comprendere metodi, strumenti e modalità adottati nel territorio. Un momento di crescita importante e di gratificazione per il personale educativo della città».

A concludere l’iniziativa è stato il voto dell’assemblea al documento “Per i prossimi 40 anni: le sfide per il prossimo futuro” proposto dal GruppoNazionale Nidi e Infanzia.

Prosegue intanto fino al 9 ottobre, tutti i giorni dalle 10 alle 20, nella corte di palazzo Mazzolari Mosca, Arcipelaghi, «uno splendido “viaggio” alla scoperta delle esperienze vissute dai piccoli della città; una mostra che testimonia il ruolo fondamentale che la cultura della prima infanzia riveste nell’identità di Pesaro, Capitale italiana della cultura 2024».

Educativi Convegno (2)

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...