Milano, i nidi e le scuole dell’infanzia partecipano alla giornata della lingua madre

Milano, 22 febbraio 2020 – Ieri, in occasione della Giornata Internazionale della lingua madre, istituita dall’Unesco nel 1999 per celebrare la madrelingua, la diversità linguistica e culturale e il multilinguismo, i servizi educativi del Comune di Milano hanno lavorato sull’importanza della lingua della famiglia di origine. Gli educatori hanno coinvolto i bambini delle scuole dell’infanzia e dei nidi e i loro genitori in lavori di approfondimento in avvicinamento a questo giorno e con l’obiettivo che i progetti realizzati venissero oggi esposti dentro e soprattutto fuori dalle scuole per testimoniare la vocazione all’apertura alla città.

C’è chi ha stimolato una riflessione sulle “parole del cuore” per poi tradurle ed esporle all’ingresso dell’edificio, chi ha scelto di imparare e cantare delle canzoni tipiche di vari Paesi per condividere con gli altri il suono delle lingue croata, spagnola o araba, chi ha voluto leggere libri in una lingua diversa dall’italiano, con l’aiuto di alcuni genitori e di una educatrice madrelingua.

Nella scuola dell’infanzia di via Del Volga, ad esempio, i piccoli sono stati coinvolti nella realizzazione di un progetto che prevedeva di colorare l’immagine del mondo racchiusa dentro un cuore, che rappresenta la diversità e il multilinguismo, per poi aggiungere una frase significativa nelle diverse lingue.

Al nido di via Merloni, invece, ogni mamma ha scritto su un cartoncino una ninna nanna nella propria lingua d’origine. I cartoncini sono poi stati appesi partendo dall’ingresso del nido per arrivare alla sala sonno, come a formare un percorso che accompagna i piccoli alla nanna. Prima di addormentarsi, bimbi ed educatori ascolteranno insieme le canzoni scelte.

Al nido Paravia è stato organizzato un viaggio virtuale intorno al mondo regalando un biglietto a ogni piccolo viaggiatore.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...