Cosa serve alla pelle durante la menopausa?

Cosa serve alla pelle durante la menopausa?

Premenopausa e menopausa rappresentano un momento della vita di una donna di grande cambiamento. Il periodo di transizione è compreso tra i 5 e i 10 anni – dipende dalla donna e dalla sua salute generale – ed è caratterizzato da grandi sbalzi come irregolarità del ciclo, riduzione degli estrogeni e in piena menopausa si manifestano anche segni evidenti cutanei. La riduzione delle funzioni delle ovaie induce una riduzione anche della produzione di ormoni che ha ripercussioni sull’aspetto e le caratteristiche della pelle che tende a diventare più secca e perdere elasticità lasciando segni come le rughe e le macchie epidermiche. È, per questo, necessario ricorrere a un buon prodotto idratante che restituisce tono e vitalità alla pelle spenta, come la crema Vichy in menopausa, pensata appositamente per le donne in quella fase particolare di cambiamento.

Come cambia la pelle in menopausa

Gli estrogeni 17 beta estradiolo sono molecole prodotte dal gene dell’aromatasi che è presente nei tessuti ovarici e periferici. Durante la menopausa si genera una carenza di estrogeni, in particolare, quelli del gruppo 17 beta estradiolo. Questa perdita provoca un cambiamento drastico dell’aspetto della pelle perché influisce sulla fisiologia epidermica. I cambiamenti riguardano la perdita di collagene, elastina, con alterazione della vascolarizzazione, aumento della produzione e attività degli enzimi degradativi e perdita della funzione dei fibroblasti. La conseguenza di questi cambiamenti è la secchezza cutanea, la comparsa delle rughe, la lassità della pelle, l’atrofia, la cicatrizzazione alterata, una ridotta capacità di difesa anti radicali liberi e antiossidante e di difesa dalle aggressioni atmosferiche.

Ulteriore conseguenza del post-menopausa è che le ghiandole surrenali e ovariche smettono di produrre estrogeni, ma continuano a produrre ormoni androgeni che comportano come effetti collaterali un abbassamento del tono di voce, comparsa di peli superflui sul viso, aumento di produzione sebacea e tendenza all’acne. Lo sconvolgimento ormonale produce anche la perdita di tessuto adiposo a sostegno sottocutaneo del viso, del collo, del seno, delle braccia e delle mani conferendo un generale aspetto “cedente”, mentre il tessuto adiposo tende ad accumularsi su addome e fianchi e natiche.

Cosa serve alla pelle in menopausa

Consapevoli di ciò a cui si va incontro durante e dopo la menopausa, è bene riuscire a ridurre o contrastare i segni del tempo agendo con l’uso di creme appropriate e di una skincare dedicata. La pelle in menopausa ha bisogno di maggiore idratazione, usando creme specifiche, ma anche cambiando l’alimentazione e lo stile di vita e bevendo almeno un litro e mezzo di acqua al giorno. L’alimentazione deve prediligere frutta e verdura, degli idratanti naturali che forniscono il giusto apporto di liquidi per tutte le principali funzioni corporee e per una pelle più luminosa. Inoltra, la pelle in menopausa ha bisogno di protezione dai raggi UV e dagli agenti atmosferici e chimici aggressivi. Un buon aspetto alla pelle in menopausa è dato anche dall’uso di cosmetici idonei per l’età e di prodotti per la skincare appropriati e infine anche di supplementazione con l’uso di integratori che fin dagli anni di pre-menopausa possa aiutare ad alleviare i sintomi e mantenere in equilibrio le sostanze nutritive e le vitamine, integrando il collagene, il silicio e il selenio fondamentali per la salute della pelle.

Cosa serve alla pelle durante la menopausa?

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...