Cologno Monzese (Mi), potenziato il supporto sanitario locale: via libera ad un Ospedale di Comunità e una Casa di Comunità

Il Sindaco Angelo Rocchi: "Grande soddisfazione per un risultato importante che avvicina il sistema sanitario ai cittadini"

Cologno Monzese (Milano), in Città un Ospedale di Comunità e una Casa di Comunità. “Grande soddisfazione per un risultato importante che avvicina il sistema sanitario ai cittadini” sono le parole del Sindaco Angelo Rocchi e del Vicesindaco Daniela Dattilo, che con questo nuovo obbiettivo rinforza la presenza di strutture e strumenti per la salute pubblica in Città. Di fatto, con deliberazione numero XI / 5373, la Giunta di Regione Lombardia ha approvato una prima fase di attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza con particolare riguardo alla missione concernente l’attivazione di reti di prossimità, l’individuazione di apposite strutture e il rafforzamento della telemedicina per l’assistenza sanitaria territoriale.

Tra i temi chiave del PNRR è previsto, per il tema riguardante la salute, il rafforzamento della rete erogativa di prestazioni sul territorio grazie al potenziamento e alla creazione di strutture e presidi territoriali quali le Case della Comunità e gli Ospedali di Comunità. Infatti, punto importante è proprio la realizzazione di un Ospedale di Comunità con annessa una Casa di Comunità, a Cologno Monzese negli spazi del Sistema Sanitario Regionale del Poliambulatorio di Via Boccaccio, 17.

L’Ospedale di Comunità, come ben descritto nella Delibera della Giunta Regionale, si configurerà come una struttura di ricovero di cure intermedie che si collocano tra il ricovero ospedaliero tipicamente destinato al paziente acuto e le cure territoriali.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

Per quanto alla Case di Comunità, essa diventerà, sempre sulla base delle indicazioni regionali, lo strumento attraverso cui coordinare tutti i servizi offerti, in particolare ai malati affetti da patologie croniche. Una struttura fisica in cui opereranno gruppi multidisciplinari di medici di medicina generale, pediatri di libera scelta, medici specialistici, infermieri di comunità, altri professionisti e potrà ospitare anche assistenti sociali.

“Grande soddisfazione – esprimono il Sindaco Angelo Rocchi e il Vicesindaco Daniela Dattilo – per un risultato importante che avvicina il sistema sanitario ai cittadini, crea nuovi punti di riferimento per la presa in carico della Comunità e garantisce interventi polispecialistici. Un concreto intervento di Regione Lombardia che, cogliendo l’opportunità legate alle risorse del PNRR, investe sui presidi territoriali quale modello che, auspichiamo, possa rivelarsi vincente.”

Articolo a cura del Direttore Lorenzo Chiaro


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...